Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il ruolo dell'innovazione nelle dinamiche competitive. Il caso Geox.

L’innovazione è da sempre un tema centrale degli studi d’impresa: essa racchiude le diverse strategie competitive adottate dalle organizzazioni al fine di porre in essere rilevanti miglioramenti nelle proprie prestazioni, anche alla luce delle nuove possibilità fornite dalla tecnologia dell’informazione e della comunicazione. Il solo modo per accogliere positivamente le forze del cambiamento consiste nel creare e istituzionalizzare la capacità di cambiare. Nella società moderna, dunque, il continuo cambiamento è uno dei pilastri portanti per aumentare le performance dell’impresa e la sua competitività. Alla base di questo continuo cambiamento vi è il processo di innovazione aziendale, lo sviluppo delle competenze organizzative, il reperimento di nuove risorse informative, la ricerca di forme di collaborazione e partnership con altre imprese. Oggi, infatti, l’innovazione si caratterizza per essere sistemica e sistematica, cioè coinvolge l’impresa nella sua interezza.
Il lavoro di tesi si prefigge di analizzare dapprima quella che è stata l’evoluzione del concetto di innovazione, affrontando innanzitutto alcuni contributi teorici della letteratura economica sull’innovazione collegati, in particolare, alle teorie di Shumpeter che si è allontanato da quella che era la visione statica su cui si basava la teoria neoclassica, per considerare, invece, l’innovazione quale strumento efficace di sviluppo economico.
Dopo aver cercato di dare una definizione di cosa sia l’innovazione e di quali siano le diverse tipologie di innovazione, il passo successivo è quello di cercare di capire quali siano i fattori che ne possano incentivare e sostenere lo sviluppo, definendo quindi le fonti dell’innovazione e dando risalto in particolare al peculiare ruolo svolto dalla conoscenza. Il principale strumento affinché un’azienda vinca nei mercati ipercompetitivi di un mondo globalizzato, è il saper localizzare, creare, gestire e trasferire in modo adeguato la conoscenza, questo è il significato del c.d. knowledge management, a cui è stato dedicato un apposito paragrafo proprio per la sua importanza.
Ultimo aspetto analizzato nel primo capitolo, ma non per questo meno importante, è quello legato ai rischi dell’innovazione: il processo che porta alla generazione di innovazione è lungo, complesso e i suoi ritorni economici incerti e comunque non immediati.
Il secondo capitolo è dedicato alla definizione delle strategie dell’innovazione all’interno dell’impresa e di come tali strategie portino alla creazione di valore. Individuare le tendenze evolutive dominanti nell’impresa è di fondamentale importanza per definire correttamente la strategia di sviluppo strutturale da perseguire per mantenere nel tempo la capacità di generare valore.
Il terzo capitolo concentra l’attenzione sul ruolo della R&S nello sviluppo aziendale, di come essa è articolata e quali sono i modelli organizzativi per la gestione di questa attività.
A conclusione del lavoro, è presentato un caso aziendale che permette di valutare come la teoria, esposta nei precedenti capitoli, trovi un riscontro anche nella pratica. Il caso esposto è quello della Geox, un’impresa che ha fatto dell’innovazione uno strumento di crescita e un fattore di successo.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE “L’innovazione è diventata la religione industriale della fine del XX secolo. Le imprese la vedono come lo strumento chiave per aumentare profitti e quote di mercato. I governi si affidano ad essa quando cercano di migliorare l’economia. Nel mondo, la retorica dell’innovazione ha recentemente rimpiazzato quella dell’economia del benessere, presente dal secondo dopoguerra. […]. Ma cosa precisamente è l’innovazione è difficile dirlo, ancora di più misurarlo” (“Economist”, 20 febbraio 1999). L’innovazione è da sempre un tema centrale degli studi d’impresa: essa racchiude le diverse strategie competitive adottate dalle organizzazioni al fine di porre in essere rilevanti miglioramenti nelle proprie prestazioni, anche alla luce delle nuove possibilità fornite dalla tecnologia dell’informazione e della comunicazione. Il solo modo per accogliere positivamente le forze del cambiamento consiste nel creare e istituzionalizzare la capacità di cambiare. Il carattere progressivo dell’innovazione e il suo diramarsi e ampliarsi sempre più nel tempo hanno assunto un ruolo decisivo nella nostra società, segnata dal fenomeno della globalizzazione 1 , che presuppone un mercato a livello mondiale in cui le imprese operano in 1 Con il termine globalizzazione si indica il fenomeno di crescita progressiva delle relazioni e degli scambi di diverso tipo, a livello mondiale ed in diversi ambiti. Tale fenomeno si è osservato a partire dalla fine del XX secolo.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Nicoletta Ricciardella Contatta »

Composta da 163 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 14001 click dal 28/04/2011.

 

Consultata integralmente 29 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.