Skip to content

Credito al consumo: analisi della situazione italiana in confronto a quella europea

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Cuman
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Trento
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Luisa Canal
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 71

Il credito al consumo è un fenomeno in costante crescita in Italia e ha cominciato a diffondersi a partire dalla seconda metà degli anni ottanta, non raggiungendo però i livelli dei principali Paesi industrializzati europei.
In un primo momento questo tipo di finanziamento veniva usato solo per acquisti di prodotti dal prezzo elevato, poi è stato proposto anche per beni con importi più contenuti non solo per dare aiuto economico al consumatore ma anche per incentivare gli acquisti. Il credito al consumo così facendo ha mutato nel tempo la sua funzione, diventando un aiuto e uno strumento molto utilizzato dalle famiglie.
La presente trattazione si propone di esaminare la situazione del credito al consumo in Italia per poi passare all’analisi delle tre delle prime quattro economie in tale settore che sono: Regno Unito, Francia e Spagna.
Entrando più nello specifico, nel primo capitolo parlerò dell’aspetto giuridico, cioè del Testo unico bancario D.lgs. n. 385 del 1 settembre 1993 e dell’ultima riforma del 6 luglio 2007. Poi esaminerò i prodotti del credito al consumo e i soggetti che domandano e offrono questo tipo di finanziamento. Infine spiegherò il significato e la differenza dei tassi TAN e TAEG, utilizzando un esempio pratico.
Nel secondo capitolo analizzerò il credito al consumo dal punto di vista del consumatore spiegando le sue difficoltà nel prendere una decisione e dando alcuni consigli sul prestito migliore da scegliere. Negli altri due sottocapitoli verranno presi in esame due segmenti importanti della popolazione che sono i giovani e gli anziani. Per i primi verranno descritte le iniziative dell’ultimo governo Prodi in loro favore mentre per i secondi si analizzerà il prestito vitalizio ipotecario. Ho deciso di analizzare queste due categorie di popolazione per i nuovi finanziamenti che si possono sottoscrivere.
Nel terzo e ultimo capitolo esaminerò per prima la situazione del credito al consumo in Italia, dal punto di vista della domanda, dell’offerta e dei prodotti per poi confrontarla con quella degli altri Paesi dell’Unione Europea.
Successivamente farò un’analisi più approfondita per quanto riguarda il Regno Unito, la Francia e la Spagna, osservando anche le innovazioni che si sono avute in questi mercati e che hanno permesso di migliorare l’offerta dei prodotti di tale finanziamento.
Questi tre contesti sono i più dinamici e sono quelli che rappresentano un maggior grado di novità.
Per ultimo menzionerò le prospettive future e le proposte per lo sviluppo del mercato italiano del credito al consumo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1. Aspetti introduttivi del credito al consumo In questo primo capitolo saranno trattati gli aspetti principali del credito al consumo in modo da avere un inquadramento generale di questo tipo di finanziamento dal punto di vista giuridico ed economico. 1.1 Breve illustrazione del credito al consumo Il credito al consumo è identificabile come prestito alle famiglie e strutturabile in differenti tipologie (carte di credito, prestiti personali, credito finalizzato, ecc.). Può essere definito come un finanziamento o altra facilitazione di pagamento messa a disposizione per il consumatore che non ha disponibilità finanziarie e che vuole comprare un bene o servizio 1 destinato ad un uso privato. In molti casi per realizzare questa operazione deve esistere un terzo soggetto detto finanziatore, che può essere una banca o una società finanziaria, che mette a disposizione il proprio denaro per permettere l’acquisto di un bene o servizio. Un consumatore che vuole acquistare un prodotto 2 , può non disporre delle risorse finanziarie necessarie e chiedere un finanziamento. In questi casi, questa operazione è “mediata” dall’intervento di un terzo, il creditore che anticipa la somma in denaro. Ovviamente quest’ultimo richiederà il prestito in base a un piano di ammortamento e a un tasso determinato detto TAEG. 1 I beni sono oggetti fisici mentre i servizi sono intangibili come, per esempio, un viaggio in treno, una pratica di un commercialista o una telefonata 2 Inteso come bene o come servizio 9

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

credito al consumo
situazione italiana

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi