Skip to content

“La Cermania è cool”: analisi e traduzione di articoli dello “Spiegel” dal tedesco all'italiano

Informazioni tesi

  Autore: Giovanni Presti
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lingue e culture europee
  Relatore: Hans Honnacker
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 143

Una tesi di traduzione basata sul settimanale tedesco "Der Spiegel". Sono stati tradotti e analizzati alcuni articoli che trattano di svariate tematiche, dalla politica alla cronaca, dallo sport alle curiosità.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione “Una volta partito non torni più indietro.” Questa è una frase che amo ripetere spesso, quando la gente mi guarda attonita, cercando di capire quest‟amore incondizionato per la lingua tedesca; sono partito per l‟Erasmus con un‟idea già ben precisa della Germania e della gente che la popola, ma poi mi sono letteralmente innamorato, e allora sì che non torni più indietro, per lo meno col cuore. A dire la verità ero già innamorato da parecchi anni, dalle scuole medie addirittura; e fu proprio in prima media che la mia famiglia mi spinse ad intraprendere il faticoso cammino di apprendimento di questa “seconda lingua”, come molto spesso figura nei programmi scolastici. Proprio allora mi resi conto di quanto mi prendesse emotivamente questa lingua, così simile ma completamente diversa dall‟inglese. Il mio percorso continua alla scuola superiore, quando solo poche persone della mia classe decidono di unirsi a me nella classe di tedesco, mentre la restante parte si dedica, quasi come un dovere e non un piacere, alla lingua spagnola; a me, testardo, è invece dedicata questa classe di 25 alunni, quelli ricavati da ben tre sezioni differenti. Che importa, ormai c‟ero abituato, ed anzi ti permette di conoscere meglio le altre (poche) persone, “pazze” come te, che hanno deciso di tentare la fortuna; il primo anno trascorre bene, forse per inerzia delle conoscenze acquisite nel precedenti anni, ma gli altri due (la terza lingua, infatti, era programma del triennio) si rivelano molto più duri del previsto. Nonostante tutto, me la cavo egregiamente e con uno spirito rinvigorito da uno scambio culturale in Germania al quarto anno, mi appresto ad iscrivermi all‟università, Lingue e Culture europee, of course. Si ripete quindi un ritornello che mi trascino fin da tenera età: i pochi iscritti. E quindi la difficoltà di dividere gli studenti in gruppi a seconda dell‟esperienza maturata con la lingua tedesca, la difficoltà con gli orari e via dicendo. Il fatto di essere sempre stato uno dei pochissimi maschi a fare questa scelta non mi ha mai disturbato particolarmente, anzi… Già nel corso del primo anno mi sono accorto che il mio posto non era qui ma “là”, ovvero in Germania; volevo andare incontro alle mie aspettative di studente modello, non certamente per i 30 che non ho mai preso negli esami, piuttosto per rincorrere questa passione, questo sogno che va ben al di là di una sterile votazione universitaria. Fin dal primo anno di università dunque, il mio obiettivo era ben chiaro, e nell‟ottobre del 2008 sono partito alla volta di Saarbrücken. Il mio periodo di permanenza, inizialmente previsto di sei mesi, è stato poi prolungato a dieci mesi, che il tempo in Erasmus passa veloce, troppo veloce. Sono dunque alla chiusura del mio breve racconto autobiografico, “Una volta partito non torni più indietro.” Fisicamente sei qui, certo, ma la tua mente viaggia e viaggia, ed arrivi ad un punto, il terzo ed ultimo anno di corso che pensi: “Su cosa dovrà concentrarsi la mia tesi?”. Il tedesco,

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

der spiegel
germania
particelle modali
tedesco
titoli
traduzione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi