Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Pasolini, Erice: cinema di poesia

L'espressione poetica attraverso il mezzo cinematografico rilevata nei percorsi umani e artistici di due grandi registi: Pier Paolo Pasolini, Vìctor Erice.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 Pier Paolo Pasolini: poeta e semiologo Tutto poteva nella poesia, avere una soluzione. P. P. Pasolini 1 Nel maggio del 1965 Lino Miccicchè e Bruno Torri inaugurano il Festival del Cinema di Pesaro. L‟intento dei fondatori del festival è portare nella città di Rossini i registi del Nuovo Cinema, le loro scelte, i loro film, presentarli al grande pubblico, ai critici e agli intellettuali. Insieme, avviare processi di rinnovamento, crescita ed evoluzione del cinema nella dialettica del confronto e del dibattito. Non vi è gara, né premi, i registi vi accorrono da tutta Europa, l‟esigenza di scambio e riflessione è urgente e improrogabile. Accanto alla rassegna s‟indice il convegno dal titolo “ Critica e Nuovo cinema” nel tentativo di delineare le nuove metodologie teoriche-critiche rese impellenti dall‟irrompere della Nouvelle Vague nel panorama del cinema internazionale. Il festival si fa inaspettatamente laboratorio e vetrina di innovative e rivoluzionarie teorie sulla settima arte, animato dai più grandi intellettuali del tempo. Filosofi, registi, scrittori, un lungo elenco di personalità esimie, si riuniscono per riflettere sull‟evento artistico, culturale e sociale più rivoluzionario del novecento: il cinematografo. Da Christian Metz a Roland Barthes, da Bertolucci a Godard tutti contribuiscono al dibattito pesarese decidendone l‟orientamento semiotico- strutturalista, in voga nel clima culturale di quegli anni. Gli anni dell‟illuminata analisi politica e sociale di Michel Focault, di Hjemslev e della glossematica, di Calvino e di Eco: l‟ispirazione 1 P. P. Pasolini, Poeta delle ceneri, Bestemmia- in Tutte le poesie, Garzanti, Milano, 1993, p. 165.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Daniela Ciliberti Contatta »

Composta da 111 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 759 click dal 03/05/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.