Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Idea Progetto di nuove strutture urbane per il tempo libero, nella città di Montalto Uffugo

Pensare ad un uso di spazi abbandonati o sotto utilizzati, aree dismesse o non usate, all'arredo urbano, all'invenzione di nuovi spazi di gioco, di divertimento, di incontro e scoperta, alla ricerca di un nuovo equilibrio tra paesaggio urbano e paesaggio naturale.
La citta' deve sapere individuare, conservare, valorizzare la propria identita', ma anche essere disponibile a reinventarla continuamente.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE Notoriamente, la “scienza urbanistica” idealizza lo studio dei fenomeni urbani in tutti i loro aspetti avendo come proprio fine la pianificazione del loro sviluppo storico, sia attraverso l’interpretazione, il riordinamento, il risanamento, l’adattamento funzionale di aggregati urbani già esistenti e la disciplina della loro crescita, sia attraverso l’eventuale progettazione di nuovi aggregati, sia infine attraverso la riforma e l’organizzazione ex novo dei sistemi di raccordo degli aggregati tra loro e con l’ambiente naturale. Punto focale di tale disciplina è quindi la lettura della città in senso lato. Vastissima è la letteratura sull’argomento, accumulatasi in poco più di mezzo secolo di studi ad opera di geografi, storici e sociologi; ad essa va aggiunta un ancor più copiosa produzione di monografie locali, compilate a premessa di piani urbanistici. Sinteticamente si può comunque trarre la conclusione che è attraverso l’analisi della dinamica delle strutture sociali e dei loro reciproci rapporti con la dinamica delle corrispettive strutture spaziali che può essere ricercato ed interpretato lo specifico carattere di una data città in un dato momento. Le nuove abitudini urbane di vita, hanno via via sviluppato la crescente domanda di un nuovo bene di consumo: le attrezzature per il tempo libero. Essa si traduce, nell’ambito urbano, in un’aumentata esigenza di parchi, di zone di passeggio e di impianti sportivi e ricreazionali di massa. Sono esigenze che si traducono, tutte, in grandi estensioni di aree ed il cui soddisfacimento è tale da modificare strutturalmente gli stessi insediamenti e da richiedere una pianificazione preventiva ed adeguati provvedimenti finanziari ed

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Roberto Bruno Contatta »

Composta da 73 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 891 click dal 04/05/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.