Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La promozione del benessere organizzativo nelle Aziende Sanitarie Piemontesi

La tesi si è sviluppata a partire da un progetto regionale di formazione/intervento finalizzato alla promozione del benessere organizzativo all'interno delle Aziende Sanitarie Piemontesi. Parlare di benessere in ambito sanitario rimanda alla dimensione strategica ed al fine principale dell’organizzazione stessa, evidenziando inevitabilmente la connessione tra il benessere di chi eroga il servizio di cura e quello dei pazienti che ne usufruiscono.
Ritenendo fondamentale la diffusione del benessere psicologico ed organizzativo di coloro che operano in ambito sanitario, è stato stato creato un questionario per la valutazione del benessere partendo dal questionario MOHQ di Avallone ed è stato somministrato in tutte le Aziende Sanitarie Piemontesi.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Benessere organizzativo, salute e qualità della vita negli ambienti di lavoro rappresentano questioni di sempre maggiore interesse e centralità nella società attuale. Sempre piø spesso, nella vita quotidiana, si fa riferimento a questi aspetti, anche solo discutendo con un collega su quanto ci si sente soddisfatti del proprio lavoro, su quanto ci si ritiene professionalmente realizzati o su come riuscire a conciliare l’attività lavorativa con la vita privata. Sono tutte questioni che in qualche modo rientrano nell’ampio tema del benessere organizzativo e della salute occupazionale, di cui molto si è dibattuto e su cui si sono concentrate numerose ricerche scientifiche. Nel corso degli anni infatti si è arrivati a dimostrare che un’azienda in salute, attenta a garantire e tutelare la sicurezza dei lavoratori e promuovere al suo interno politiche ispirate al benessere organizzativo, soprattutto con il coinvolgimento di tutti i dipendenti, non solo accresce la motivazione e il grado di soddisfazione dei suoi lavoratori, ma è in grado di raggiungere livelli piø elevati di produttività ed una maggiore efficacia, vendendo per contro abbassarsi il tasso di assenteismo. Lo svolgimento del tirocinio formativo presso la Struttura Complessa Formazione e Comunicazione dell’Asl di Biella mi ha consentito un ulteriore avvicinamento al tema del benessere organizzativo, in particolar modo contestualizzato nell’ambito sanitario, dove la complessità organizzativa e la peculiarità del servizio assistenziale rendono il benessere, psicologico ed organizzativo dei lavoraori, un aspetto davvero cruciale ed estremamente delicato soprattutto in merito alla stretta connessione che sembra esserci tra lo stato di benessere di chi eroga e di chi fruisce del servizio (pazienti). In particolar modo durante il tirocinio ha avuto la possibilità di partecipare agli incontri del gruppo di lavoro regionale dedicato a “La tutela del benessere organizzativo nelle Aziende Sanitarie”, la cui costituzione è stata deliberata nel 2007 dalla Regione Piemonte. Tale gruppo di lavoro, formato da psicologi del lavoro, medici competenti, Responsabili dei Servizi di Prevenzione e Protezione (RSPP) e Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS), collabora da anni nella ricerca attiva sul tema del benessere organizzativo al fine di poter dare supporto alle Aziende Sanitarie che lo richiedono. Una delle azioni del gruppo, finanziata dalla Regione Piemonte e

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Psicologia

Autore: Alessia Maglietto Contatta »

Composta da 152 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8616 click dal 28/04/2011.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.