Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Cooperativa e Terzo Settore: aspetti peculiari

Con il presente lavoro si vuole porre l'attenzione sul come "fare cooperativa" non debba essere considerato un modo surrogato di fare impresa; per questo mi son soffermato sulle peculiarità. La Edil Atellana, tratta nel mio caso studio, è la dimostrazione di quanto affermato sopra. La cooperativa per certi aspetti è in grado di riemergere da situazioni di crisi con molta più facilità rispetto ad una società for profit; può essere il giusto inizio ad un'idea comune alla quale manca il sostegno economico.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione. Lo scenario economico attuale è, a causa della crisi finanziaria mon- diale, in totale cambiamento. Come sottolineano diversi economisti dalla crisi si esce “cambiati” o non si esce. Di difficoltà ce ne sono state, e ce ne saranno tante. In un certo senso si avverte una situazione di panico condiviso che porta le imprese in generale ad avere difficoltà soprattutto nell’ambito finanziario: per intenderci l’accesso al credito. Nel presente lavoro ho voluto considerare una tipologia di “impresa” in particolare, quella cooperativa, la quale si differenzia sostanzial- mente dalle altre per avere uno scopo-fine diverso: non ha scopo di lucro. Essenzialmente la cooperativa è impresa ed allo stesso tempo società: poiché ha un fine economico, ma la sua attività è data anche dalla gestione comune del lavoro, individuando nella figura del socio il perno attorno al quale ruotano aspetti di natura economico-finanzia- ria. Nel primo capitolo oltre alle definizioni generali, i principi, le tipolo- gie di cooperative, ho voluto fissare l’attenzione anche sul Terzo Set- tore. Quest’ultimo rappresenta quell’area “economica sociale” capace di coniugare qualità ed efficienza meglio di quanto sappiano fare Stato e Mercato. La non presenza, dunque di Istituzioni pubbliche e Mercato, spinge i cittadini ad iniziative autonome, quali – associazionismo volontariato cooperazione sociale organizzazioni non governative -. Nel capitolo secondo mi sono focalizzato sugli aspetti peculiari di una cooperativa; richiamando l’attenzione sulla governance, sulla struttura finanziaria, accennando anche a strumenti finanziari da poter mettere in pratica, la cosiddetta “finanza innovativa”, per contrastare l’attuale crisi. Nella parte finale del capitolo, inoltre, ho richiamato l’importan- za del sistema di budgeting in un’impresa cooperativa, soprattutto sot- 3

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Salvatore Vitale Contatta »

Composta da 80 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1081 click dal 13/05/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.