Skip to content

Il fenomeno migratorio: un'analisi dei flussi migratori tra Sicilia e Tunisia

Informazioni tesi

  Autore: Cristina Cavallo
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Andrea Bixio
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 91

Negli ultimi quattro decenni l’Italia è stata interessata, in modo sempre più consistente e diversificato, dall’arrivo di popolazione straniera che è andata distribuendosi in maniera disomogenea sul territorio nazionale, acquisendo una propria peculiarità e un crescente peso nella nostra economia. L’emergere e il consolidarsi del fenomeno immigratorio, con il suo carico di nuove sfide e problematiche, sia per la politica che per la società civile, tende però a far dimenticare la storia italiana, o meglio, la storia di migliaia di italiani che per decenni hanno intrapreso un percorso di migrazione, spinti dalle motivazioni più diverse, lasciando il paese, spesso senza farvi più ritorno. E' questo il caso della peculiare emigrazione degli italiani, e in particolare dei siciliani, in Tunisia che, iniziata alla fine del XX secolo è giunta, con differente intensità, fino ai nostri giorni. Nel percorso che vede l'Italia trasformarsi da paese di emigrazione a paese di immigrazione, la Sicilia riveste un ruolo molto particolare: si configura come un avamposto dell’Europa nel Mediterraneo, in quanto ne rappresenta l’estremo confine meridionale e risulta essere l’aerea maggiormente interessata dai flussi migratori provenienti dal Sud del mondo.Di particolare interesse risulta l'evolversi del fenomeno dell'immigrazione tunisina in Sicilia, prima forma di immigrazione in Italia, e specifico caso di studio di un'emigrazione sviluppatasi in un contesto di precarietà e sottosviluppo quale quello siciliano.
La riflessione sui fenomeni migratori tra Sicilia e Tunisia ci consente, alla luce degli strumenti fornitici dalla storia e applicando i più recenti studi sulle migrazioni, di analizzare un mondo in cui, in contraddizione con la crescente globalizzazione dell’economia, si ergono costantemente nuove frontiere, volte a separare e a distinguere chi è cittadino e chi no, chi è comunitario e chi è extra, e allo stesso tempo ci permette di evidenziare come siano più i punti di contatto che le differenze tra due comunità che, da sempre, si sono incrociate. E questo non può né deve essere sottovalutato, anche in un’ottica geopolitica che vede il Mediterraneo non come linea di separazione ma come punto di forza e spunto di cooperazione.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 I. La riflessione sociologica sul fenomeno migratorio La disciplina della sociologia delle migrazioni, seppure marginalmente, ha costituito un settore rilevante di studi e di ricerche all‟interno della tradizione sociologica, dagli autori cosiddetti “classici” fino ai più vicini alla realtà contemporanea. Con l‟obiettivo di avere gli strumenti per “conoscere , comprendere e spiegare un fenomeno così vasto e complesso come quello delle migrazioni” 1 ci proponiamo di studiare sia gli approcci tipici alla disciplina, da intendersi come punti di riferimento per chiunque voglia intraprendere un‟analisi del fenomeno, sia le più recenti teorie sul tema. Il fatto sociale centrale messo a fuoco dalla sociologia delle migrazioni è quello della mobilità umana nello spazio e il mutamento che quest‟ultima genera nelle relazioni sociali, nei modelli socioculturali di vita e nell‟ambiente umano. Le migrazioni sono definibili come fatti sociali globali, estremamente complessi che “rappresentano l‟esito dell‟incontro, spesso sinergico, di molteplici fattori che coinvolgono frequentemente almeno quelli di ordine sociale, culturale, economico e psicologico.” 2 E‟ per questo che Pollini e Scidà 3 affermano che se le migrazioni rappresentano “una fonte non secondaria del mutamento sociale” ne sono allo stesso tempo un effetto. Lo studio delle migrazioni ha visto nel corso del suo sviluppo storico, l‟affermarsi di diversi sistemi di teorie che hanno tentato di spiegare e di comprendere il fenomeno in questione da diversi, e non necessariamente contrapposti, punti di vista. 1.Approcci tipici sulla mobilità umana nello spazio 1.1. Approccio socio-economico di Marx Sebbene, come vedremo, il fenomeno delle mobilità umane è sempre stato presente, sotto diverse forme, nella storia, è solo dalla metà dell‟ „800 che comincia ad essere oggetto di osservazioni generali di carattere scientifico che, direttamente o indirettamente, lo riguardano. 1 POLLINI G., SCIDA‟ G., “Sociologia delle migrazioni e della società multietnica”, Franco Angeli, Milano, 2002, pag. 42 2 POLLINI G, SCIDA‟ G., op. cit. pag. 15 3 POLLINI G, SCIDA‟ G., op. cit. pag. 16

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

arabi in sicilia
comunità tunisina
emigrazione
immigrazione
immigrazione in italia
integrazione
italiani in tunisia
migrazioni
sicilia
siciliani in tunisia
sociologia delle migrazioni
tunisia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi