Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Riflessi del primo fuoruscitismo nei rapporti italo-francesi

La tesi e' uno studio rivolto principalmente all'analisi dei rapporti diplomatici che intercorsero tra Italia e Francia a cavallo tra gli anni venti e trenta, con particolare riguardo all'influenza che ebbero i fuorusciti politici italiani in ciò. Come detto nella tesi, i fuorusciti non riuscirono ad influenzare molto i rapporti tra Italia e Francia; e comunque se esso avvenne, fu nel primo periodo della loro presenza in terra di Francia, perché poi Mussolini pretese dal governo francese un controllo più stretto dei politici italiani, anche a causa della paura che il capo del governo italiano aveva dei possibili attentati che essi avrebbero potuto organizzare verso la sua persona. D'altronde poco avrebbero potuto fare, senza soldi e divisi al loro interno; così la loro presenza in Francia si rivelò importante solo come testimonianza di un fuoruscitismo che non si arrendeva al Fascismo. La ricerca e' stata effettuata principalmente presso l'archivio del Ministero degli Esteri Italiano.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 I N T R O D U Z I O N E

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Franco Bernabei Contatta »

Composta da 165 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1195 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.