Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le fanciulle di via del Mandorlo. Origini e sviluppi del conservatorio della Pietà di Firenze dal XVI al XVII secolo.

Studio dell'origine e dello sviluppo di questo conservatorio femminile sorto agli inizi del 1500 nella città di Firenze. Da ospedale fondato da uomini religiosi per accogliere giovani fanciulle di "strada" a trasformazione completa in conservatorio femminile.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione: Nel settembre 2007, quando iniziai la mia avventura universitaria, non avrei mai immaginato che avrei potuto, 3 anni dopo, cimentarmi direttamente con la ricerca storica. Noi studenti del XXI secolo siamo abituati a studiare gli eventi del passato attraverso strumenti di semplice reperibilità e comprensione. Ci serve sapere quale risultato ha prodotto l'influenza di un personaggio politico vissuto nel periodo «x»? Niente di più semplice. La vastità di testi a stampa e il sempre più ampio e variegato mondo del web, hanno aperto un canale di facile accessibilità per gli appassionati e gli studiosi. Questi ultimi (me compresa), certamente ringraziano questa agevolazione nell'apprendimento, una facilitazione che però svia dal vero ed esatto modo di studiare o scrivere gli eventi storici: l'utilizzo delle fonti. Quando ho avuto la possibilità di potermi cimentare con manoscritti o fogli del XVI secolo, non ho potuto resistere al naturale e storico richiamo degli archivi e delle biblioteche. Sono stata particolarmente fortunata, perché oltre a potermi realizzare con la ricerca, ho affrontato uno studio veramente interessante sugli origini e sviluppi di un conservatorio di terziarie domenicane della mia città natia, Firenze. Rosalia Manno Tolu, nel suo saggio, Echi Savonaroliani nella Compagnia e nel conservatorio della Pietà, già illustra la nascita e il percorso che il conservatorio intraprese nel corso dei secoli e il suo studio è stato una perfetta base di partenza per le mie ricerche sulla Pietà. Necessario, per non dire fondamentale, è stato il manoscritto, Croniche delle suore della Pietà, redatto verso il 1700 da frate Felice Viccioni e conservato nella biblioteca Moreniana di Firenze. Esso narra le maggiori vicende storiche del conservatorio ed è inutile dire che, in questi mesi, è stato per me un guida eccezionale. Sempre nella biblioteca Moreniana è custodito un altro manoscritto, Capitoli o Costituzioni della fanciulle della Pietà ..., che illustra le regole che le fanciulle dovevano quotidianamente attendere. Ancora ordini rivolti alla comunità sono quelli elencati in un terzo manoscritto, Regola e

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Sara Orlando Contatta »

Composta da 127 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 273 click dal 11/05/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.