Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Studio computazionale di composti intermetallici del Bismuto

La chimica del bismuto per quanto riguarda i legami che può formare con gli altri elementi risulta essere ancora parzialmente inesplorata questo in parte è dovuto al fatto che lo studio di questo elemento (il più pesante tra gli elementi non radioattivi) comporta l’inclusione di complessi effetti relativistici.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 Capitolo 1 La rilevabilità sperimentale Cenni sul metodo KEMS Gli equilibri in fase gassosa che si intende realizzare nella cella di Knudsen sono: 1) 2) M = Cu, Ag, Au. Le relative Kp : ( ) M Bi MBi p P P P K = 2 1 2 ; ( ) Bi M Bi M p P P P K = 2 2 2 2 MBi P e Bi M P 2 sono le pressioni parziali che in un secondo tempo rispetto a questo lavoro si intende valutare sulla base dei risultati computazionali da noi ottenuti. Il metodo KEMS in uso nel nostro laboratorio è una tecnica per la caratterizzazione chimico fisica per le M2Bi(g) 2M(g) + Bi(g) M(g) + 2Bi(g) MBi2(g)

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Andrea Schiavi Contatta »

Composta da 44 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 214 click dal 16/05/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.