Skip to content

I giochi da tavolo rinvenuti nelle tombe egiziane

Informazioni tesi

  Autore: Milena Celesti
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1998-99
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Storia Orientale
  Relatore: Sergio Pernigotti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 188

L'oggetto di questa tesi è costituito dallo studio delle tavole da gioco dell'antico Egitto rinvenute durante gli scavi archeologici.
I giochi presi in considerazione vanno da quelli più conosciuti, come il gioco del “Senet”, il gioco del “Serpente” o il gioco “Dei cani e degli sciacalli”, a quelli più rari (noti in molti casi solo grazie ad un unico ritrovamento). Il periodo storico preso in esame comprende l'arco temporale che va dall'epoca predinastica (che precede il 3100 a.C.) all'epoca copta (313-640 d.C.).
Grazie ai ritrovamenti nelle tombe (corredi funerari), alle raffigurazioni pittoriche e ai frammenti di papiro sono stati valutati i vari aspetti di questi giochi. Inoltre sono stati trattati elementi più specifici come le pedine e i vari tipi di “dadi”, di forme diverse a seconda del gioco a cui erano associati.
Alcuni giochi non possedevano unicamente valore di svago ma anche significato spirituale, perlomeno da un certo periodo storico in poi. Tale assunto è stato verificato analizzando il richiamo dei giochi all'interno del Libro dei Morti.
Dalle raffigurazioni parietali, dai segni geroglifici che compaiono sulle tavole e dai vari accenni che si trovano scritti su alcuni papiri, si è cercato di capire quali fossero le regole di utilizzo dei giochi.
Ogni gioco preso in considerazione è accompagnato da immagini e relative spiegazioni.
Non essendo l'Egitto l'unico paese in cui venivano praticati i giochi da tavolo, sono stati analizzati anche i giochi dei paesi vicini come la Palestina, la Grecia e il mondo sumerico (gioco di Ur). E' stata verificata, inoltre, la reciproca influenza da parte dei giochi egiziani verso quelli stranieri e viceversa.
Per comprendere al meglio il contesto in cui erano inseriti i giochi da tavolo è stato necessario fare alcune considerazioni; temporali, in quanto i giochi in nostro possesso ricoprono un arco di tempo molto vasto; una distinzione in categorie; una valutazione dei diversi scopi dei giochi; le motivazioni che spingevano la pratica dei giochi e, per finire, a chi erano destinati.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE La storia egiziana ricopre un lungo lasso di tempo attraverso il quale la vita quotidiana e tutto ciò che ne fa parte hanno subito una propria trasformazione 1 . Il gioco da tavolo è una delle caratteristiche piø antiche della civiltà egiziana 2 . La piø antica tavola da gioco rinvenuta in Egitto risale all’epoca predinastica (5500-3000 a.C.); per arrivare al ritrovamento della successiva intercorre un lasso di tempo di circa 1000 anni. Per quanto riguarda le raffigurazioni pittoriche (conservate all’interno delle tombe) si deve aspettare la V dinastia (2520-2360 a.C.). Petrie 3 distingue i giochi in tre categorie: i giochi che dipendono dalla fortuna; i giochi di abilità con le mani; i giochi in cui la mente riveste il ruolo principale. Se si considerano i giochi da tavolo si può fare un’ulteriore suddivisione in base allo scopo. L’obbiettivo può essere: catturare un nemico o guadagnare posizioni. Per quanto riguarda la cattura di un pezzo avversario, ciò può avvenire o saltandolo o occupando la sua posizione e togliendolo dalla tavola da gioco. In generale i giochi da tavolo possono essere di tre tipi: 1) giochi di corsa: le pedine sono mosse lungo un tracciato ben definito; 2) caccia, o giochi d’assedio: un giocatore cerca di bloccare l’avversario; 1 I giochi da tavolo non sono esclusi da questa mutazione. 2 Oltre che nella civiltà babilonese lo si troverà anche in Siria e Palestina fino ad arrivare in Grecia e a Roma nel I millennio a.C.. 3 1927, pag.51.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

kha
mhn
nefertari
gioco del serpente
astragali
any
libro dei morti
pedine
giochi
snt
museo
tavola di knosso
giochi da tavolo
backgammon
gioco copto
papiro
gioco dei cani e degli sciacalli
mehen
raffigurazione
dadi
tomba
tavola reale di ur
senet
antico egitto

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi