Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sintesi eterogenea nella formazione di legami singoli e doppi attraverso nitroderivati: sintesi di esteri mono e poli insaturi

La tesi da me scritta, verte sul lavoro svolto, durante il mio lavoro di stage, presso il laboratorio di chimica organica del mio relatore di tesi, il prof. Roberto Ballini. Nello specifico ho contribuito a sviluppare una nuova metodologia sintetica per la formazione di estri mono e poli insatiri utilizzando come starting materials nitro derivati, agenti sia come specie nucleofile che come specie elettrofile, e come promotore solido supportato il carbonato solido supportato su polimero. Nel corso della tesi, sono riportati le sintesi, i meccanismi di sintesi organica per la formazione dei legami singoli e doppi, come ad esempio la reazione di Wittig. Michael, utilizzo dei reattivi di Grignard, reazione di Peterson, julia ecc.
Si ha inoltre un vasto esempio di promotori solidi supportati su polimero, specificando i vantaggi che si hanno rispetto alla loro controparte; classificazione e importanza dei nitroderivati nel campo della chimica organica sintetica. Lavoro svolto in laboratorio con relative tabella dei valori delle rese ottenuti e i parametri delle condizioni chimico-fisiche ottimali.

Mostra/Nascondi contenuto.
  1                                              INTRODUZIONE  Una delle principali prospettive nella chimica moderna è rappresentata dallo sviluppo di nuovi processi eco-sostenibili nella produzione dei “Fine Chemicals”. L’approccio a questi nuovi processi può essere intrapreso attraverso diverse vie, quali ad esempio l’uso di solventi non convenzionali (acqua, liquidi ionici, liquidi in condizioni supercritiche, ecc.), lo sviluppo di reazioni condotte in assenza di solvente, l’introduzione di nuovi processi one-pot o domino-tandem, e l’impiego di reagenti e catalizzatori solidi supportati (SSR). In particolare, quest’ ultimo approccio è quello che sono andata ad approfondire durante il mio periodo di stage svolto presso il laboratorio del Professor Roberto Ballini. Nello specifico ho contribuito a sviluppare una nuova metodologia sintetica per la formazione di esteri mono- e poliinsaturi, i quali rappresentano due classi di composti ampiamente impiegate in sintesi organica, sia come accettori di Michael che nelle reazioni pericicliche. Al riguardo, sono stati utilizzati come starting materials i nitro composti alifatici ed i β-nitroacrilati, mentre come promotore solido è stato impiegato il carbonato supportato su polimero.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze e Tecnologie

Autore: Paola Tirone Contatta »

Composta da 65 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 526 click dal 27/05/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.