Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Tossicità del Radon

Studio riguardante la tossicità del Radon e sugli effetti nell'ambiente e sull'uomo

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Negli ultimi anni è cresciuto notevolmente l’interesse da parte del mondo scientifico ma anche dell’opinione pubblica verso i materiali radioattivi ed in generale verso qualunque elemento implicato direttamente o indirettamente nell’emissione di radiazioni nocive per l’uomo e per l’ambiente. In Italia, a contribuire in larga parte a tale interesse sono stati purtroppo gli episodi riguardanti alcuni contingenti dell’esercito colpiti da forme tumorali dopo esposizione ad uranio impoverito usato nei proiettili adoperati nelle missioni di pace. Le sostanze radioattive sono caratterizzate dal fatto di avere il nucleo in condizioni energetiche di non equilibrio. Per il resto, le loro proprietà chimiche sono del tutto identiche a quelle dei nuclidi stabili aventi lo stesso numero atomico. I nuclidi radioattivi, ovvero, i radionuclidi, raggiungono stati energetici più stabili emettendo energia sotto forma di radiazioni ionizzanti, nel processo detto di disintegrazione o decadimento radioattivo. Il tipo di decadimento più "pesante" consiste nell'emissione di una particella a , ovvero di un consistente frammento del nucleo; questa modalità di decadimento è caratteristica dei nuclei più pesanti (uranio, torio, radio, polonio, etc.). Un'altra via percorsa dai nuclei radioattivi verso il raggiungimento dello stato stabile è l'emissione di una particella avente la stessa massa e carica elettrica dell'elettrone: la cosiddetta radiazione b , che è accompagnata dalla sparizione di un neutrone del nucleo e dalla creazione di un protone. In entrambi i casi, ulteriore energia in eccesso può essere emessa sotto forma di radiazione elettromagnetica g . Sia il decadimento a che b 1

Laurea liv.I

Facoltà: Farmacia

Autore: Maria Giovanna Dima Contatta »

Composta da 67 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1258 click dal 01/06/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.