Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Scrittura Collettiva dal manoscritto al web: storia e prospettive

L’argomento che intendo approfondire attraverso questa tesi è la “scrittura collettiva”: una pratica con la quale si fa riferimento propriamente all’attività di scrittura “a più mani” da parte dei diversi membri coinvolti in un gruppo. L’analisi delle diverse pratiche collettive consolidatesi nel corso degli anni, mi ha portato a riflettere sulla possibilità di realizzare un nuovo metodo che sfrutta le nuove tecnologie e i moderni sistemi di comunicazione. Da questi presupposti è nato il gruppo Facebook: “Esperimenti di Poesia Collettiva”, del quale si discuterà in modo chiaro e approfondito nell’ultimo capitolo di questo studio. Premesso che i termini: collaborativa e collettiva saranno utilizzati come sinonimi, intendo sottolineare il fatto che stiamo affrontando un argomento di ampia portata, la cui analisi ha avuto grosse ripercussioni su capolavori di letteratura consolidatesi nel passato.

Mostra/Nascondi contenuto.
9 CAPITOLO 1 - SCRITTURA COLLETTIVA: CHE COS’E’ E COME FUNZIONA? Scrittura Collettiva è una forma di scrittura estremamente essenziale e un atto di gruppo in cui l’importante continuare ad aumentare. 4 Così Paul Benjamin Lowry definisce il concetto di Scrittura Collettiva, un meccanismo di scrittura che ha subito oggi un notevole sviluppo. Si tratta di una pratica antica, portata avanti fin dal XII secolo, periodo in cui si diffuse una tipologia di poesia giapponese “a catena”: Il Renku (it. Renga). Continuò a svilupparsi in seguito, non solo in ambito letterario ma anche sul piano educativo: l’esperienza di Barbiana condotta da Don Lorenzo Milani ne è un esempio illustre. Seguendo questa scia, molti altri autori si sono cimentati in questo “processo di gruppo”, sia per ragioni pratiche, sia per trarre vantaggio dai meccanismi dello “scrivere insieme”. Prima di affrontare questi argomenti, di cui si discuterà ampiamente nel capitolo successivo, mi preme delineare alcune caratteristiche di base del meccanismo, che non solo ho studiato, ma anche toccato con mano attraverso l’introduzione e la sperimentazione di un nuovo metodo, che spero abbia successo. Il processo di scrittura “tradizionale” si differenzia da quello preso in esame per la diversa posizione rivestita dall’autori del testo e di conseguenza anche dai fruitori dello stesso. Mentre in passato la scrittura è stata il più delle volte un’esperienza individuale tra testo e autore, in cui il secondo lavorava autonomamente seguendo le sue linee guida, inserendo i concetti che aveva intenzione di esprimere senza dover render conto a nessun altro del suo operato, oggi la questione cambiata: il lavoro di gruppo comincia ad essere apprezzato e richiesto su larga scala, anche nel mondo del lavoro. La questione non è semplice come potrebbe sembrare: per produrre opere “collaborando” non basta scegliere tre o quattro persone, chiedere loro di riunirsi e proporre un argomento sul quale iniziare a scrivere, la scrittura collettiva implica un forte affiatamento tra i membri, ciò significa che essi prima di tutto devono conoscersi e star bene insieme, poi, soprattutto, richiede la presenza di un leader che coordini il lavoro di tutti e, se necessario, che stabilisca delle regole alle quali nessun membro può trasgredire per continuare a lavorare con gli altri. Sono varie le modalità che possono portare alla realizzazione di un opera collettiva; ne propongo di seguito cinque, riprendendole dallo studio di Paul Benjamin Lowry sulla Costruzione di una tassonomia e 4 Paul Benjamin Lowry, Building a Taxonomy and Nomenclature of Collaborative Writing to Improve Interdisciplinary Research and Practice, in <<The Journal of Business Communication>> Sage, 2004, vol. 41, 1, p. 66 - url: < http://job.sagepub.com/content/41/1/66.full.pdf+html>. Traduzione mia.

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Ramona Livi Contatta »

Composta da 69 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 881 click dal 15/03/2012.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.