Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L’Umanesimo Liberale di Wilhelm Röpke

L’obiettivo di questa tesi è quello di analizzare l’umanesimo liberale di Wilhelm Röpke attraverso le sue opere e prendere in considerazione l’attualità della sua teoria per un nuovo modo di fare politica economica.
Wilhelm Röpke è stato una figura di spicco del panorama intellettuale del XX secolo in Europa. Un uomo che ha giocato un ruolo fondamentale nella ricostruzione della Germania del secondo dopoguerra. Attraverso le sue opere ha contribuito alla crescita della cultura europea in campo politico, economico e sociale.
La tesi è incentrata sui principi e sulle teorie sviluppati da Röpke ed è divisa in quattro capitoli che si snodano lungo il fil rouge della libertà e dell’umanesimo. Nel quadro storico del liberalismo e del contesto economico e sociale alla fine del ventesimo secolo, le origini dell’umanesimo liberale di Röpke rimandano alle radici comuni con la scuola storica del liberalismo di Adam Smith e Alexis de Tocqueville fino all’ordoliberalismo, nato dalle scuole di economia austriaca e friburghese, di cui lo stesso Röpke è un eminente rappresentante. Il capitolo è incentrato sulle temperie che hanno condotto alla nascita dell’umanesimo liberale di Röpke.
Il tema della libertà e dell’umanesimo percorrono il capitolo dedicato a Wilhelm Röpke, presentato attraverso la biografia personale, l’esperienza di vita, la formazione, le sue aspirazioni e le difficili scelte che ha dovuto operare per restare coerente con le sue convinzioni. La società contemporanea si rispecchia nel pensiero di Röpke e le sue numerose opere fanno da perno alla sua attività intellettuale di fine economista e sociologo.
Questo pensiero è parte della teoria politico-economica conosciuta come ordoliberalismo, con presupposti teorici e contenuti di politica economica che si evidenziano per gli aspetti di novità, in un quadro che lega insieme la crisi della società contemporanea, l’ascesa del partito nazionalsocialista e la diffusione del socialismo e del comunismo. Il fil rouge che percorre la mia tesi conduce poi alla Scuola di Friburgo e alla nascita dell’ordoliberalismo, al contributo sostanziale che esso ha dato all’evoluzione della teoria economica nota come “economia sociale di mercato”, definita anche “economia delle regole”.
Come conseguenza questo percorso affronta ed espone la teoria röpkiana della “terza via” dell’economia sociale di mercato, la Soziale Marktwirtschaft, che delinea i principi di un “umanesimo economico liberale”, avendo il merito di inserire l’etica e l’aspetto morale nel contesto dell’economia di mercato nel quale lo Stato svolge una funzione garantista nei confronti del libero mercato, senza modificarne i risultati. Röpke inoltre dimostra un profondo convincimento in ordine all’affinità ideale tra liberalismo e cristianesimo. Il fil rouge della libertà e dell’umanesimo si estende fino all’influenza della teoria di Wilhelm Röpke in Germania, Italia ed Europa, indicando i maggiori e più autorevoli interpreti della sua “terza via”. La sua teoria è l’insieme dei presupposti, pregi e limiti dell’economia sociale di mercato ed è attuale.
Le brevi considerazioni personali sull’argomento trattato e sulla personalità di Röpke portano alla conclusione che il suo umanesimo liberale costituisce un nuovo modo di fare politica economica. Il mio intento è stato quello di dimostrare la validità del pensiero di Wilhelm Röpke e quanto sia importante non perdere di vista i valori come la verità e la libertà, unite dall’umanesimo attraverso l’etica e i valori morali. Anche oggi.

Mostra/Nascondi contenuto.
L’UMANESIMO LIBERALE DI WILHELM RÖPKE Premessa Tesi di Laurea di Nona Maricica STANCIU – tutti i diritti riservati Pagina | 3 “Si può dire che non ci sia, in economia, nessun giudizio errato, dal quale non si possa tuttavia distillare una goccia di verità.” (W. Röpke) PREMESSA L’obiettivo di questa tesi è di analizzare l’umanesimo liberale di Wilhelm Röpke attraverso le sue opere e prendere in considerazione l’attualità della sua teoria per un nuovo modo di fare politica economica. Wilhelm Röpke è stato una figura di spicco del panorama intellettuale del XX secolo in Europa. Un uomo che ha giocato un ruolo fondamentale nella ricostruzione della Germania dalle ceneri della seconda guerra mondiale, ma che è ancora troppo poco conosciuto. Attraverso le sue opere ha contribuito alla crescita della cultura europea in campo politico, economico e sociale. La tesi è incentrata sui principi e sulle teorie sviluppati da Röpke ed inizia con una presentazione del quadro storico del liberalismo e il contesto economico e sociale alla fine del ventesimo secolo. I momenti storici più rilevanti del periodo di riferimento sono costituiti dalla prima guerra mondiale, la crisi economica degli anni ’30, la nascita di movimenti nazionalistici e socialisti, la seconda guerra mondiale, il secondo dopoguerra. Oltre cinquanta anni fa Röpke avvertiva il mondo occidentale sui pericoli rappresentati dalla cultura di massa, dall’anteporre la ricerca del vantaggio economico all’anima dell’uomo, trascurando l’aspetto etico e

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Nona Maricica Stanciu Contatta »

Composta da 177 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1132 click dal 20/06/2011.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.