Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Infrastrutture di telecomunicazioni: tecniche e procedure di installazione e collaudo

Tesi relativa al sistema delle comunicazioni telefoniche cellulari, con un'introduzione dedicata alla nascita del telefono cellulare e argomenti relativi alla sua evoluzione tecnologica e un corpo centrale diviso in capitoli dedicati alle procedure di installazione e collaudo di un "anello" della catena di tutte le infrastrutture necessarie.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 C a p i t o l o 1 BREVE STORIA DELLA COMUNICAZIONE MOBILE Martin Cooper è considerato da tutti il papà dei telefoni cellulari. Il 3 aprile 1973 fece la prima telefonata, a New York, chiamando il suo concorrente Joel Engels, l'allora capo ricerca di Bells Lab e comunicandogli in diretta di essere "in strada". CORRIERE DELLA SERA : "NEW YORK (USA) - È stato il capitano Kirk a ispirare la nascita del primo telefono cellulare, che compie trentasette anni di vita. Martin Cooper, il suo inventore, ha dichiarato più volte di aver voluto realizzare il sistema di comunicazione usato dall'equipaggio di Star Trek nella prima serie della fiction fantascientifica. La prima telefonata Cooper, allora direttore della ricerca in Motorola, la fece al suo "rivale" Joel Engel, dei Bell Labs di At&t, passeggiando nelle strade di New York il 3 aprile 1973. Il cellulare che usò era un DynaTAC, capostipite della fortunata serie costituita dal MicroTac e dallo StarTac, ed era piuttosto ingombrante – un mattone di 24 centimetri pesante più di un chilo - aveva un'autonomia di trentacinque minuti di conversazione e si ricaricava in dieci ore."

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Davide Lorusso Contatta »

Composta da 92 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 391 click dal 22/06/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.