Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Ngugi wa Thiong'o e la politica linguistica nella letteratura africana postcoloniale

Ngugi wa Thiong'o, scrittore, poeta, professore di lingua inglese all'università della California, drammaturgo e attivista sociale, affronta la questione linguistica, che affligge la letteratura africana in lingua inglese. Nasce e cresce in un Kenya, già colonia britannica, frequenta le scuole missionarie cristiane in cui impara la lingua imposta dai colonizzatori. Inizia la sua attività letteraria scrivendo in inglese, pubblica diversi saggi, produzioni teatrali per i teatri locali kenioti, ma si occupa di tematiche riguardanti i suoi connazionali, che purtroppo non possono leggerlo. In prima persona vive la mancanza di una solida letteratura africana scritta in lingua africana e si rivolge agli altri autori africani che come lui decidono di scrivere in lingue europee, arricchendo le letterature straniere, non prive di opere scritte da autori locali. Wa thiong'o, dopo diverse esperienze in carcere, perchè accusato di contrastare il regime dittatoriale di Moi, decide di tornare alle origini. Scrive così in lingua kikuyu, propria della sua gente, dando vita ad una seconda e florida fase della sua vita letteraria. In "Decolonising the mind" analizza la necessità di creare una tradizione critica e una letteratura propria dell'Africa. Il merito di Wa Thiong'o sta nell'aver posto le basi di una letteratura africana scritta esclusivamente in lingua africana.

Mostra/Nascondi contenuto.
  4 CAPITOLO I Ngugi Wa Thiong’o: la biografia e la produzione letteraria 1.1 La biografia 1 Ngugi wa Thiong'o nasce a Kamiriithu nel 1938, nei pressi di Limuru, quinto dei sette figli della terza moglie di suo padre. La sua famiglia appartiene al più grande gruppo etnico presente in Kenya, quello Kikuyu. Suo padre, Thiong'o wa Nducu, era un contadino costretto a diventare un occupante abusivo delle sue terre, dopo il British Imperial Act del 1915. Wa Thiong’o frequentò la scuola missionaria Karinga di Kamaandura a Limuru, ed in seguito, l’Alliance High School in Kikuyu. Durante questi anni Wa Thiong’o si converte al cristianesimo, anche se, allo stesso tempo non trascura i valori e la storia della sua gente. Una volta diventato cristiano attraverso il rito del battesimo, Ngugi Wa Thiong’o prende il nome inglese di James Ngugi, che rifiuterà più tardi, perché come lui stesso afferma, con il nome James era entrato a far parte di quel sistema inglese di nomi, che prescinde da motivi religiosi, per entrare a far parte di un sistema di proprietà coloniale, che ricorda in parte quello che accadeva agli schiavi, che una volta arrivati in America prendevano lo stesso nome del padrone, per indicare così di essere diventati una sua proprietà. 2                                                               1 Dal sito ufficiale dell’autore www.ngugiwathiongo.com 2 Wasafiri Ngugi wa Thiong’o in conversation, autunno 2009 intervista a Ngugi Wa Thiong’o.

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Emilia Malafronte Contatta »

Composta da 57 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1010 click dal 24/06/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.