Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le tribù di Internet: una nuova applicazione del marketing nel virtuale

Capire l’ambiente tecnologico-digitale è essenziale per comprendere l’impatto del nuovo marketing. Il cyberspazio apporta una serie di nuove possibilità, ma anche di minacce, per le imprese pure player e per molti altri operatori di mercato, che stanno trasferendo nell’economia delle reti parte delle loro attività.
Prestare attenzione laddove i consumatori prestano attenzione: è questa una delle chiavi per il business del XXI secolo. La nuova corrente di pensiero consiglia di operare dove si concentra l’interesse degli individui, in quanto nella net economy la risorsa scarsa non è l’informazione, bensì l’attenzione (la combinazione di tempo e impegno) che può essere assegnata individualmente o collettivamente a un problema.
L’esigenza di sostenere il processo informativo degli utenti, altrimenti reso gravoso dai fenomeni di on-line data explosion, rende più trasparente la relazione domanda-offerta: è necessario perseguire la relazione ancora prima della transazione, aiutando in via prioritaria i consumatori a documentarsi e scegliere.
Sul piano economico e sociale, la gestione delle attività comunicative si complica e pone il marketer di fronte alla necessità di selezionare dei “gruppi di utenza capaci di supportare i processi di generazione del valore su cui l’impresa ha focalizzato la sua attenzione strategica” .
Grazie ad Internet, nuove forme di aggregazione sono possibili e convenienti: la rete di computer incrocia issue e social network , stabilisce nuovi collegamenti tra gli attori economici, determinando una drastica riduzione dei costi per comunicare nel tempo e nello spazio. Dato che questa tipologia di costo rappresenta un’importante barriera all’azione collettiva, un numero sempre maggiore di consumatori utilizzerà il medium digitale per creare raggruppamenti sociali intorno a interessi condivisi, le tribù elettroniche.
Sulla base delle precedenti considerazioni, è nata l’idea di scrivere una tesi che valutasse il potenziale di mercato delle neotribù postmoderne. Tali entità assumono un valore non soltanto culturale, ma anche economico. In un mondo interconesso, dove è possibile attivare dei network di relazioni autonome a supporto dei processi decisionali, il rapporto tra impresa e cliente basato sul rapporto della delega rischia infatti di entrare in crisi: gli utenti della rete tornano (almeno in parte) ad appropriarsi dell’intelligenza progettuale e produttiva che l’impresa industriale aveva accentrato presso i propri uffici.

Mostra/Nascondi contenuto.
PREMESSA 1 PREMESSA Capire l’ambiente tecnologico-digitale è essenziale per comprendere l’impatto del nuovo marketing. Il cyberspazio apporta una serie di nuove possibilità, ma anche di minacce, per le imprese pure player e per molti altri operatori di mercato, che stanno trasferendo nell’economia delle reti parte delle loro attività. Prestare attenzione laddove i consumatori prestano attenzione: è questa una delle chiavi per il business del XXI secolo. La nuova corrente di pensiero consiglia di operare dove si concentra l’interesse degli individui, in quanto nella net economy la risorsa scarsa non è l’informazione, bensì l’attenzione (la combinazione di tempo e impegno) che può essere assegnata individualmente o collettivamente a un problema. L’esigenza di sostenere il processo informativo degli utenti, altrimenti reso gravoso dai fenomeni di on-line data explosion, rende più trasparente la relazione domanda- offerta: è necessario perseguire la relazione ancora prima della transazione, aiutando in via prioritaria i consumatori a documentarsi e scegliere. Sul piano economico e sociale, la gestione delle attività comunicative si complica e pone il marketer di fronte alla necessità di selezionare dei “gruppi di utenza capaci di supportare i processi di generazione del valore su cui l’impresa ha focalizzato la sua attenzione strategica” 1 . Grazie ad Internet, nuove forme di aggregazione sono possibili e convenienti: la rete di computer incrocia issue e social network 2 , stabilisce nuovi collegamenti tra gli attori economici, determinando una drastica riduzione dei costi per comunicare nel tempo e nello spazio. Dato che questa tipologia di costo rappresenta un’importante barriera all’azione collettiva, un numero sempre maggiore di consumatori utilizzerà il medium digitale per creare raggruppamenti sociali intorno a interessi condivisi, le tribù elettroniche. Sulla base delle precedenti considerazioni, è nata l’idea di scrivere una tesi che valutasse il potenziale di mercato delle neotribù postmoderne. Tali entità assumono 1 Cfr. Micelli S., Prandelli E. (2000), Net Marketing. Ripensare il consumatore nel mondo della rete, Economia & Management, 57 n.4 (Luglio). 2 Ogni struttura di comunicazione comprende al suo interno issue network (compiti e interessi comuni) e social network (relazioni sociali tra gli individui).

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Massimo Greci Contatta »

Composta da 312 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1121 click dal 26/09/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.