Skip to content

Influenza aviaria in Italia: pluralismo dell'informazione e crisis management della comunicazione

Informazioni tesi

  Autore: Valentina Bianchi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2005-06
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Linguaggi dei Media
  Relatore: Marco Lombardi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 106

Il concetto di pandemia è presente nell'immaginario collettivo; esempi di terribili malattie arrivano dalla storia, dai libri Sacri delle religioni, sono sfondo e protagoniste nella letteratura. L'H5N1 è una delle mutazioni di un virus che ha già causato altre pandemie in passato e i virologi lo temono perchè potrebbe ulteriormente modificarsi, acquisendo caratteristiche pericolose per gli esseri umani e perchè le pandemie si manifestano ciclicamente. Questo lavoro parte dal concetto che la comunicazione su temi delicati quali il possibile arrivo di una pandemia debba essere gestito con giudizio per evitare inutili allarmismi e perdite economiche. In questo lavoro sono analizzate e messe a confronto le comunicazioni mediatiche, quella dell'Unione Nazionale dell' Avicoltura e quella Istituzionale. Tre attori della comunicazione, con diversi scopi, mezzi e visibilità. Qual'è la strada per creare un sistema che durante una crisi reale sia il mezzo autorevole e di riferimento per tutti?

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione In questo lavoro, che conclude il mio percorso di studi, ho scelto di parlare dell‟influenza aviaria. L‟argomento mi ha interessato in modo particolare perché la mia famiglia lavora in ambito sanitario e così mi capitava spesso di sentire i loro commenti. Mio padre, medico di base, nel periodo in cui la maggior parte degli italiani non mangiava più il pollo, andava contro tendenza e lo comprava nei supermercati. Mia madre, farmacista, acquistava per tutti noi farmaci svizzeri per proteggerci da una pandemia. In cucina trovavo giornali specialistici che trattavano l‟argomento. I mass media italiani trasmettevano immagini allarmanti sul virus e la televisione svizzera veicolava altre opinioni. Infine sul treno mentre venivo a Milano, ascoltavo le voci dei pendolari che si scambiavano informazioni sull‟influenza aviaria. Tutti questi input mi hanno portato a chiedere che cos‟era questo allarme, se era reale e imminente. Paradossalmente, per iniziare il mio lavoro, ho ripreso in mano i libri del mio percorso precedente di studi; quella parte di me che mi aveva portato ad abbandonare il corso di chimica e tecnologie farmaceutiche, si è riscattata aiutandomi nella ricerca. Il primo capitolo è l‟indagine dell‟influenza aviaria dal punto di vista sanitario; quest‟ottica mi ha permesso di fotografare il problema in un complesso molto ampio. Il virus H5N1 è un‟ultima mutazione di un virus che ha già causato altre pandemie in passato, e i virologi lo temono perché potrebbe modificarsi acquisendo caratteristiche pericolose per gli esseri umani. Il dato allarmante è che le pandemie si manifestano ciclicamente e quindi ci sono buone probabilità che ne arrivi una tra non molto tempo, ma l‟H5N1 è solo un possibile candidato. La comunicazione dell‟arrivo dell‟influenza aviaria ha creato molto allarme tra la popolazione italiana; la diminuzione del consumo di pollame è uno specchio della reazione della società. La mia indagine dimostra che fino ad ora non ci sono stati pericoli per il nostro paese, allora, perché in Italia la comunicazione dell‟influenza aviaria ha assunto toni così allarmistici? Se è previsto l‟arrivo di una pandemia, qual‟ è la struttura con le competenze di veicolare i messaggi adatti alla situazione di crisi? Queste sono le domande che mi hanno guidata nello strutturare la mia ricerca. Il mio obiettivo è stato quello di dimostrare che il pluralismo dell‟informazione è un fenomeno che può alterare la percezione dei rischi; in un mondo

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
red[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

influenza aviaria
sars
il rapporto disastro-crisi
h5n1
il concetto di vulnerabilità
comunicazione di crisi
i piani pandemici regionali
le comunicazioni regionali
pandemie del passato
la comunicazione istituzionale
information anxiety
la percezione del rischio
crisis management della comunicazione
gestione del crisi management
pluralismo dell'informazione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi