Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Investire in Arte Contemporanea

Questa tesi si concentra sull'arte Contemporanea, che viene sempre più considerata una forma di investimento alternativa alle altre forme tradizionali (azioni, obbligazioni, immobili, oro). Nella prima parte viene data una descrizione del mercato dell'arte contemporanea, dalla sua struttura al suo funzionamento, dagli attori principali alla determinazione dei prezzi delle opere.
Nella seconda parte vedremo come le imprese e i privati possono investire in questo mercato, che rappresenta un suolo molto interessante e fertile di opportunità da esplorare per chi cerca una buona diversificazione dei propri investimenti.
Nei momenti di difficoltà finanziaria o di turbolenza delle Borse il mercato dell'arte contemporanea si è dimostrato un bene rifugio, in grado di mantenere il proprio valore reale nel corso del tempo.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 PREFAZIONE Non sempre l’arte e il gusto per il bello si rivelano a noi in maniera chiara e comprensibile. A volte l’arte fa dei giri immensi, altre volte si insinua nelle nostre vite senza che ce ne accorgiamo, quasi non la notiamo, ma poi un bel giorno ci rendiamo conto di non poterne fare a meno. Questo perché qualcosa nei nostri occhi e nel nostro cuore si è insinuato in punta di piedi; il gusto per il bello e il fascino di un luogo si sovrappongono alle nostre azioni quotidiane. Così, attraversando una città d’arte tutti i giorni magari capita di innamorarsene. Avete presente quelle situazioni in cui per anni passiamo per un certo luogo, ma non lo si osserva mai realmente? Lo percorriamo spesso in lungo e in largo ma sempre distrattamente, di sfuggita. Questo è quanto capita alla maggior parte delle persone che vivono o si trovano a frequentare quotidianamente un luogo artisticamente interessante come Venezia: essendo il loro passaggio unicamente legato al lavoro o agli studi, non lo notano. Eppure nel cuore di qualcuno che distrattamente attraversa i vari ponti e percorre frettolosamente le calli di Venezia qualcosa accade. Qualcosa di invisibile e di impalpabile si muove e cresce. Non tutti sanno cogliere la magia e la poesia che questa città può regalare. Bisogna fare silenzio, staccarsi dalle proprie convinzioni, dal proprio punto di vista e ascoltare quello che in realtà non conosciamo affatto. Ed è così che nascono le passioni che mai avremmo pensato potessero appartenerci. In questo modo anche chi per anni non ha mai badato all’arte saprà apprezzare la produzione artistica, riconoscendone il valore e sentendo in essa un bisogno dello spirito. Un richiamo forte e chiaro che mai avrebbe pensato di sentire. Spesso chi non incontra l’arte nel proprio percorso di studi non riesce a capirne l’effettivo valore e non si capacita di come certe opere possano valere tanto, di come certi quadri siano così famosi o di come alcuni artisti siano tanto ricercati. È comprensibile che davanti ai quadri completamente bianchi di Robert Ryman molti si domandano “E questa sarebbe arte?”, “Ma potevo farlo anch’io!”. Eppure Venezia nel corso di questi ultimi cinque anni ha cambiato il corso del mio pensiero e ha innescato in me una tale curiosità verso l’arte contemporanea da portarmi ad amare e apprezzare ogni forma di espressione umana.

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Economia

Autore: Diego Santi Contatta »

Composta da 154 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4558 click dal 30/06/2011.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.