Skip to content

Il mercato dell'online video e della web tv: aspetti strategici e competitivi. Il caso Rai online

Informazioni tesi

  Autore: Laura Chiocciora
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Firenze
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia Aziendale
  Relatore: Vincenzo Ferragina
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 221

Con il presente lavoro si intende osservare il nascente fenomeno dell’online video in una prospettiva di analisi piuttosto ampia, determinata dal fatto che i confini tra piattaforme, media e tecnologie si fanno sempre più sfuocati, con players provenienti da diversi mondi che entrano in diretta competizione sia nella quota di tempo e spesa del consumatore, che degli investimenti pubblicitari. Il sistema dei media sta conoscendo una transizione verso la moltiplicazione degli schermi, con gli operatori del settore impegnati a presidiare tutte le piattaforme per non perdere la sfida competitiva; dopo il digitale terrestre, il satellite e l’iptv, adesso si sta affacciando l’Over-the-top tv, la tv connessa ad Internet che permetterà una sempre maggiore integrazione con i servizi video online direttamente dal salotto di casa.
Si assiste inoltre ad una progressiva frantumazione rispetto alla forte separazione di ruoli tipica della catena del valore del sistema televisivo tradizionale, con un forte aumento di complessità ed articolazione dell’intera arena competitiva: sono nati nuovi players, diventati “giganti” in pochissimi anni, come Youtube, Hulu o Netflix; vi sono i “vecchi” player, che in alcuni casi hanno saputo gestire in maniera innovativa il cambiamento, come BBC; fanno la loro comparsa player provenienti da altri comparti, come la Apple con iTunes. Vedremo anche come il consumatore detenga un ruolo centrale e attivo in questa trasformazione, sia come utilizzatore finale, che come fruitore e distributore.
I numeri che riguardano l’utilizzo del web, ed in particolare quelli relativi all’online video, mostrano come il fenomeno sia più pressante di quanto molti operatori credano, e sono questi gli anni in cui si andranno a delineare le future leadership. Il progresso tecnologico e la maggiore disponibilità della banda larga, uniti alle nuove modalità di fruizione ed ai nuovi format, hanno portato ben il 70% degli web users a vedere video online regolarmente, con gli utenti USA che arrivano a trascorrere fino a 14 ore e mezza al mese con lo streaming video.
Davanti a questi dati, sono molte le aziende che puntano al potenziale del web: major, broadcaster, online player, costruttori di tv, game console e set-top-box, telco ed editori stanno investendo ingenti capitali per non perdere la partita dell’online video.

Il presente elaborato è stato suddiviso in quattro capitoli:
Nel primo capitolo vengono analizzati i media, a partire dalla televisione analogica e dai processi di digitalizzazione e convergenza che ha subito negli ultimi 10 anni. L’analisi prosegue con una panoramica sui nuovi media digitali, ovvero, la piattaforma satellitare, il digitale terreste, l’IpTV, le mobile tv e le desktop tv. Il capitolo si chiude poi con un approfondimento su quella che si pone come la grande promessa dell’online video dei prossimi anni, l’Over-the-top TV.
Il secondo capitolo ha un’impronta di analisi fortemente strategica, e riguarderà sia lo studio della catena del valore dell’online video e della sua arena competitiva, che l’analisi della domanda. Nella seconda parte del capitolo sarà dedicato ampio spazio all’analisi dei modelli di business attualmente proposti dai principali players del settore.
Il terzo capitolo riguarda le scelte di marketing operativo degli attori dell’online video; sarà dato grande rilievo alla tematica dei contenuti, il vero fulcro dell’online video, ed in particolare sulle modalità di fruizione ed le macro categorie di generi sviluppati sul web, con attenzione speciale verso il fenomeno della serialità. Gli altri temi analizzati all’interno del capitolo sono il ruolo community ed il suo sviluppo in relazione ai nuovi social network; la collaborative innovation, ed in particolare il fenomeno degli UGC; il design delle web tv, rispetto all’estetica e alle funzionalità da inserire; la comunicazione e promozione delle web tv ed pricing sia in ottica b2b che b2c.
L’ultimo capitolo sarà dedicato interamente al caso della Rai online, un interessante esempio di come un broadcaster tradizionale sia riuscito a creare una validissima offerta di online video.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 CAPITOLO 1 I NUOVI MEDIA 1.1 LA TELEVISIONE DEL NUOVO MILLENNIO 1.1.1 Processi Di Digitalizzazione Era la metà degli anni ‟70, quando la Corte Costituzionale 2 riconosce il diritto ai privati di trasmettere il segnale televisivo in ambito locale: è da questo momento in poi che ha inizio la prima grande “rivoluzione” 3 che ha trasformato radicalmente l‟esperienza televisiva italiana, con l‟esplosione del fenomeno delle televisioni private, e in particolar modo, con la definitiva affermazione di Mediaset nelle case degli italiani. Nei decenni successivi e per tutti gli anni „90 la televisione italiana si è retta sul sistema di duopolio Rai-Mediaset, con questi due grandi broadcaster 4 con tre reti ciascuno, che detengono insieme una quota di più 2 Sentenza n° 202 del 28 Luglio 1976 della Corte Costituzionale, che consente l‟esercizio a radio e tv di portata non eccedente l‟ambito locale, ma di fatto, nascono anche le prime tv commerciali nazionali, grazie a consorzi di tv locali con stesso palinsesto e programmi. Solo con la Legge Mammì (1990) verranno riconosciute e legittimate le televisioni commerciali a livello nazionale. 3 AA.VV., (2007), La nuova televisione: interattiva, mobile, personalizzata, con voi magazine seat, n°8 maggio - giugno 2007 4 Il Broadcaster è il soggetto che si occupa dell'irradiazione del segnale televisivo. Nella concezione tradizionale della televisione, con il termine broadcaster ci si riferiva all‟emittente verticalmente integrata, operante cioè lungo tutta la catena di produzione televisiva, dalla produzione dei contenuti fino alla diffusione degli stessi

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

media
web marketing
web tv
set top box
youtube
ugc
online video
over the top tv
google tv
apple tv
netflix
rainet
hulu
tv connessa

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi