Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Banco prova per sistemi Brake by Wire

Il progetto del sistema Brake by Wire descritto è di tipo sperimentale, e, nonostante abbia dimostrato un funzionamento soddisfacente, occorre pensare ad alcune future migliorie apportabili.
In particolare si dovrà prevedere un sistema in ambiente Matlab/Simulink più semplice e leggero, in quanto l’eleborazione di un sistema complesso come quello ideato, richiede un sovraccarico di lavoro notevole per le CPLD.
Inoltre si può pensare di “automatizzare” il processo di frenatura, introducendo una sorta di “pedale freno” nel sistema Dspace, per consentire un controllo migliore della frenata, prevedendo anche una procedura di ritorno automatico delle pastiglie, senza doversi ricordare ogni volta di seguire una complicata e delicata procedura.
Infine il banco prova è legato, per il suo funzionamento, a molti elementi, quali, ad esempio, alimentatori, Pc, iverter.
Si può pensare di semplificare tale sistema progettando una opportuna scheda di controllo dotata di pulsantiera, che svolga le necessarie funzioni, senza doversi appoggiare ad un Pc.
In conclusione si può affermare di avere compiuto un buon passo avanti nello studio del Brake by Wire e di aver aperto la strada a nuovi, innumerevoli ed interessanti sviluppi

Mostra/Nascondi contenuto.
BANCO PROVA PER SISTEMA BRAKE BY WIRE A CURA DI : BARBERIS MARCELLO PAG. 3 DI 117 INTRODUZIONE I progressi compiuti alla fine del XX secolo in campo automobilistico sono stati notevoli, soprattutto in fatto di incremento di sicurezza, diminuzione di consumi ed aumento dell'affidabilità. Questo si traduce in un maggior intervallo di revisione del veicolo ed in un ridotto numero di componenti da sostituire. Malgrado questi progressi rimangono ancora alcuni elementi da esaminare e sostituire periodicamente per mantenere elevati livelli di sicurezza ed affidabilità del sistema; tutti gli elementi infatti sono soggetti ad usura, per la funzione di attrito, come avviene nei tergicristalli, cinghie, dischi e pastiglie. Il controllo dell'impianto frenante, ad esempio, deve essere eseguito in occasione di ogni revisione, con sostituzione dei componenti usurati o deteriorati; la manutenzione dell'impianto frenante avviene in occasione di una revisione generale o quando viene riscontrato un problema. Occorre in tal caso consultare gli schemi per la ricerca delle cause, che riguardano il sistema frenante, le pastiglie ed i dischi. Un importante filone di studio applicativo è legato all’utilizzo di parti elettriche in sostituzione di parti meccaniche nell’autovettura. Brake by wire (BBW) per l’autoveicolo Il freno elettrico appare un argomento particolarmente interessante, in quanto coinvolge sia aspetti meccanici che elettronici. Per condurre uno studio di fattibilità è stata condotta una estesa ricerca bibliografica sui modelli e le tecniche di rappresentazione dei cinematismi del freno. Dopo lo studio di fattibilità si è passati alla realizzazione pratica ed alla messa a punto.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Ingegneria

Autore: Marcello Barberis Contatta »

Composta da 118 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 192 click dal 13/07/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.