Skip to content

Gli effetti della crisi sui mercati finanziari. L'eccezione del Forex

Informazioni tesi

  Autore: Roberto Di Nardo Di Maio
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli studi di Genova
  Facoltà: Economia
  Corso: Finanza
  Relatore: Giacomo Burro
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 168

A partire dal 2008 la finanza mondiale ha attraversato una delle più grandi crisi della storia, forse la peggiore dagli anni ’30 ad oggi, una vera e propria bufera innescata dai forti dissesti sui crediti concessi alla clientela non primaria statunitense.
Le immagini simbolo della crisi, come quelle dei dipendenti Lehman Brothers costretti ad abbandonare i propri uffici o quelle relative ai clienti di Northen Rock accalcati dinnanzi alle filiali della banca, a lungo rimarranno impresse nella mente degli operatori.
Il coinvolgimento di numerosi istituti finanziari, il fenomeno del credit crunch e l’estendersi della crisi finanziaria all’economia reale, hanno fatto temere un effetto domino senza precedenti trascinando in una spirale negativa i mercati finanziari di tutto il mondo. In un breve arco di tempo si è assistito al drastico crollo degli indici delle principali Borse azionarie internazionali e al diffondersi di turbolenze che hanno gettato nel panico intermediari e operatori finanziari.
Il presente lavoro, tuttavia, non è volto ad analizzare gli effetti della crisi sui mercati azionari -tema peraltro già abbondantemente affrontato da numerosi studiosi, media ed economisti- ma si propone di esaminare le ricadute e le implicazioni della stessa sui mercati valutari.
Il mercato delle valute o Foreign Exchange Market, è il mercato più grande e liquido dell’intero panorama planetario, un gigante se paragonato ad altri. La globalità, l’operatività continuata, l’eterogeneità dei partecipanti sono caratteristiche che rendono unico tale mercato ed è per tali ragioni che si è voluta focalizzare l’attenzione su di esso.
Nel corso del primo capitolo, dopo una breve analisi di quelli che sono stati i fattori permissivi, i mezzi di trasmissione e i protagonisti della crisi finanziaria, verrà ripercorsa la fase di bear markets che ha interessato le Borse mondiali fino ai primi mesi del 2009 e la conseguente corsa ai bonds governativi innescatasi in diversi Paesi. In seguito, si cercheranno di comprendere gli effetti della crisi sul Forex, con particolare riferimento alla liquidità e al volume degli scambi che avvengono su tale circuito.
Le caratteristiche, il funzionamento e la struttura del mercato valutario saranno descritte all’interno del secondo capitolo. Un ampio spazio sarà dedicato alle operazioni e agli strumenti finanziari maggiormente utilizzati dagli operatori, tra cui gli Outright Forward, gli Swaps e le Currency Options.
La bontà di tali strumenti a fini di copertura dal rischio di cambio, verrà illustrata attraverso diverse esemplificazioni e un’attenzione particolare è stata riservata agli Swaps, avendo questi ricoperto un ruolo cruciale durante la recente crisi.
Nel corso del terzo capitolo vengono approfonditi diversi aspetti tecnico-operativi del Forex a cominciare dalla simbologia e dalle convenzioni concernenti le quotazioni dei tassi di cambio a pronti.
Nella parte centrale, dopo aver introdotto il concetto di Price Interest Point e le modalità di calcolo del valore monetario di quest’ultimo, verrà illustrato il procedimento con cui il trader può determinare i profitti o le perdite conseguenti ad un’operazione. L’analisi si concentrerà, successivamente, sul meccanismo dei margin account e sull’impatto della leva finanziaria sull’operatività del trader.
Infine, l’ultima sezione del capitolo è dedicata alla descrizione delle tipologie di ordini che possono essere impartiti ad un intermediario (ordini al mercato, stop e limit orders) e all’analisi della procedura del rollover, supportata da un esempio pratico.
Il quarto capitolo dell’elaborato è rivolto all’esame delle determinanti fondamentali del tasso di cambio. In particolare la prima parte, propedeutica alla seconda, è incentrata sulla descrizione dei principali market movers capaci di influenzare i mercati finanziari e il corso della valuta di un Paese.
Successivamente è stata osservata la relazione tra le variabili macroeconomiche ritenute più significative e l’andamento del cambio euro-dollaro dalla nascita della moneta unica ad oggi.
L’obiettivo di tale analisi è stato quello di verificare se il cambio si sia mosso in linea con i fondamentali economici dei due Paesi. In tale studio è stata posta una particolare attenzione al periodo 2007-2009 coincidente con la crisi dei subprime.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE: A partire dal 2008 la finanza mondiale ha attraversato una delle più grandi crisi della storia, forse la peggiore dagli anni ’30 ad oggi, una vera e propria bufera innescata dai forti dissesti sui crediti concessi alla clientela non primaria statunitense. Le immagini simbolo della crisi, come quelle dei dipendenti Lehman Brothers costretti ad abbandonare i propri uffici o quelle relative ai clienti di Northen Rock accalcati dinnanzi alle filiali della banca, a lungo rimarranno impresse nella mente degli operatori. Il coinvolgimento di numerosi istituti finanziari, il fenomeno del credit crunch e l’estendersi della crisi finanziaria all’economia reale, hanno fatto temere un effetto domino senza precedenti trascinando in una spirale negativa i mercati finanziari di tutto il mondo. In un breve arco di tempo si è assistito al drastico crollo degli indici delle principali Borse azionarie internazionali e al diffondersi di turbolenze che hanno gettato nel panico intermediari e operatori finanziari. Il presente lavoro, tuttavia, non è volto ad analizzare gli effetti della crisi sui mercati azionari -tema peraltro già abbondantemente affrontato da numerosi studiosi, media ed economisti- ma si propone di esaminare le ricadute e le implicazioni della stessa sui mercati valutari. Il mercato delle valute o Foreign Exchange Market, è il mercato più grande e liquido dell’intero panorama planetario, un gigante se paragonato ad altri. La globalità, l’operatività continuata, l’eterogeneità dei partecipanti, sono caratteristiche che rendono unico tale mercato ed è per tali ragioni che si è voluta focalizzare l’attenzione su di esso. Nel corso del primo capitolo, dopo una breve analisi di quelli che sono stati i fattori permissivi, i mezzi di trasmissione e i protagonisti della crisi finanziaria, verrà ripercorsa la fase di bear markets che ha interessato le Borse mondiali fino ai primi mesi del 2009 e la conseguente corsa ai bonds governativi innescatasi in

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

mercati finanziari
tasso di cambio
asset backed securities
credit default swap
credit crunch
variabili macroeconomiche
crisi subprime
mercati obbligazionari
piattaforme di trading
forex, trading
margin account, leva finanziaria
mercati azionari, borsa
currency, euro-dollaro
stop loss, take profit, limit order
broker, dealer, trader
securitization,cartolarizzazioni
rollover, bear markets
collateral debt obbligation
market movers
mutui ninja, lehman brothers
foreign exchange market
fly to quality
outright forward
currency options

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi