Skip to content

Funzioni Esecutive e Cognizione Sociale nei danni diffusi da Anossia Cerebrale: studio di 5 casi clinici

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Rositani
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Trento
  Facoltà: Scienze Cognitive
  Corso: Psicologia
  Relatore: Pierluigi De Bastiani
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 154

Questo lavoro ha indagato le prestazioni cognitive di pazienti colpiti da anossia cerebrale. La patologia consiste in una deprivazione di ossigeno all’intero encefalo e si caratterizza per una localizzazione distribuita della lesione, che interessa, nella maggior parte dei casi, più strutture cerebrali e risulta in marcate aree di ipoattività. Il quadro neuropsicologico di questi pazienti comprende principalmente disturbi della memoria, dell’attenzione e delle funzioni esecutive, oltre a molteplici modificazioni comportamentali che interferiscono con l’autonomia,la vita sociale e l’affettiva del paziente.
La nostra ricerca si è interessata specificamente ai disturbi delle funzioni esecutive e della cognizione sociale. I soggetti erano 5 pazienti post-anossici, selezionati tra quelli visitati presso l’ambulatorio di Neuropsicologia dell’ospedale Villa Rosa di Pergine nel periodo 2000-2010. Abbiamo somministrato una batteria di test neuropsicologici comprendenti: Mini Mental State Examination, Trail Making Test, Simplified London Tower Test, Cognitive Estimation Test, Frontal Assessment Battery, Test di Teoria della Mente, Test di Attribuzione delle Emozioni. Abbiamo inoltre valutato i comportamenti patologici, prendendo in considerazione i sette più presenti (demotivazione, irritabilità, appiattimento affettivo, tendenza alla confabulazione, depressione dell’umore, affaticabilità psicofisica, ansia e agitazione) e valutandoli secondo una scala a quattro livelli (normale, danno lieve, moderato o grave).
I risultati hanno evidenziato delle moderate compromissioni delle funzioni esecutive, in particolare a livello del controllo inibitorio, della pianificazione e della flessibilità mentale. Per quanto riguarda la cognizione sociale è emerso un generale risparmio della capacità di mentalizzazione e una compromissione selettiva dell’abilità di attribuzione delle emozioni relativa agli stati di rabbia e imbarazzo. La valutazione dei comportamenti patologici ha evidenziato principalmente un grave disturbo di motivazione, una generale tendenza all’irritabilità e un moderato appiattimento affettivo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Il cervello è il motore che permette a tutti noi di agire nel mondo: la sua attività è alla base di qualsiasi azione, pensiero, comportamento o emozione di cui possiamo avere esperienza. Come ogni motore anche il cervello ha bisogno di combustibile per funzionare: il principale è l’ossigeno. I neuroni sono, tra tutte le cellule del nostro corpo, quelle che ne utilizzano di più; basti pensare che di tutto l’ossigeno utilizzato dal nostro organismo, circa il 20% è consumato dall’encefalo (Masamoto e Tanishita, 2009). L’apporto continuo di questa sostanza è garantito dalla più fitta rete di arterie, arteriole e capillari del nostro organismo. In particolari situazioni patologiche questo rifornimento può venire a mancare o risultare interrotto: la conseguenza è una rapida modificazione strutturale e funzionale dell’area cerebrale interessata. Bastano pochi minuti d’insufficiente perfusione sanguigna, perché la popolazione neuronale inizi a morire e subentri un danno funzionale. Il mancato apporto di sangue può essere l’esito di eventi distinti, tra i più comuni vi sono: ischemia focale, emorragia cerebrale, anossia cerebrale globale. L’ischemia è causata dall’ostruzione di un’arteria che irrora il tessuto cerebrale a causa di un trombo o di un embolo. L’emorragia consiste, invece, nella fuoriuscita ematica a causa della rottura di un vaso sanguigno cerebrale. In questo caso il danno avviene sia per il mancato rifornimento ai tessuti cerebrali che si trovano oltre l’emorragia, sia per lo spandimento di sangue intracranico. Questi eventi vascolari patologici prendono il nome di accidenti cerebrovascolari o ictus; solitamente interessano un’area circoscritta del cervello e portano alla necrosi del tessuto neuronale interessato e di parte di quello perilesionale. L’entit{ 4

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

motivazione
problem solving
anossia
funzioni esecutive
anossia cerebrale
arresto cardiaco
flessibilità mentale
cognizione sociale
demotivazione
controllo inibitorio
ipossia cerebrale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi