Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le strategie competitive delle aziende cinesi - Talune evidenze empiriche di imitazione, clonazione e contraffazione

Negli ultimi venti anni, l’economia cinese ha fatto progressi sempre più vistosi: il ritmo di crescita è stato talmente elevato da superare il tasso medio mondiale, così che la Cina nel 2005 è diventata la quarta potenza economica più grande del mondo (dati ufficiali della Banca Mondiale).
Le sfrenate esportazioni cinesi verso tutto l’Occidente, in un periodo caratterizzato dalla stagnazione dell’economia europea, hanno ulteriormente aggravato la situazione, inducendo le aziende europee a concentrare le proprie forze non più sulle strategie di attacco, piuttosto sulle strategie di difesa!
È proprio sulle strategie competitive che si concentra tale tesi di laurea, ossia sull’insieme delle tattiche e delle politiche messe in atto dal manager per prevalere sui propri competitors e raggiungere la mission aziendale, realizzando il successo competitivo.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 PREMESSA Sino a poco tempo fa, la Cina rievocava alla mente un paese lontano, nello spazio e nel tempo, popolato da piccoli uomini dagli occhi a mandorla, che vivevano di agricoltura e di “tradizione”. Oggi le strade delle città occidentali sono sempre più affollate di lanterne rosse, indicanti la presenza di questo popolo che pian piano sta invadendo le città di tutto il mondo. La Cina, da sempre chiusa in se stessa ed ostile ad ogni cambiamento, alle porte del XXI secolo si è svegliata: essa, bruciando le tappe principali dei tradizionali modelli di sviluppo, in pochi decenni ha compiuto i passi che “il vecchio continente” ha compiuto in due secoli. E’ normale che, dopo una chiusura forzata durata troppo tempo, la Cina faccia la corsa per recuperare il gap con l’Occidente. Negli ultimi venti anni, infatti, l’economia cinese ha fatto progressi sempre più vistosi: il ritmo di crescita è stato talmente elevato da superare il tasso medio mondiale, così che la Cina nel 2005 è diventata la quarta potenza economica più grande del mondo (dati ufficiali della Banca Mondiale).

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Ivana Riccobene Contatta »

Composta da 91 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1752 click dal 20/07/2011.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.