Skip to content

Le scelte etiche delle imprese multinazionali

Informazioni tesi

  Autore: Salvatore Saggiomo
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Napoli - Federico II
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia Aziendale
  Relatore: Sergio Sciarelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 134

A fronte del crescente peso assunto dalla CSR (Corporate Social Responsibility) e dei diffusi atteggiamenti negativi di pubblico e commentatori nei confronti delle imprese multinazionali, all'interno dell'ambiente accademico internazionale da alcuni anni è in corso una vivace discussione circa l'opportunità d'inserimento di criteri etici, oltre che economici, nel processo decisorio aziendale. Ogni impresa multinazionale deve perseguire uno scopo di lucro, ma deve al contempo dimostrare di accettare pienamente il suo ruolo d’istituzione sociale, derivante dal fatto di produrre effetti, positivi e negativi, che interessano le diverse comunità dei paesi di origine e di destinazione dei flussi di IDE (Investimenti Diretti all’Estero); il processo di globalizzazione dei mercati infatti ha offerto alle multinazionali la possibilità di sfruttare le "piattaforme" morali più convenienti sotto il profilo economico: ad esempio un organizzazione può impiegare il lavoro a minor costo nei centri produttivi di uno Stato diverso da quello di origine oppure può disinteressarsi delle norme antinquinamento in realtà nazionali dove non sono né giuridicamente tutelate né ritenute moralmente obbligatorie.

Questa tesi, articolata in tre capitoli, cerca di fornire delle soluzioni operative concrete ai complessi dilemmi etici che, inevitabilmente, caratterizzano il processo di sviluppo multinazionale e, quindi, le decisioni legate agli IDE. Il primo capitolo della tesi analizza le caratteristiche e il ruolo svolto dalle imprese multinazionali nell’attuale scenario globale; il secondo analizza il processo decisorio legato agli IDE e fornisce le "risposte etiche” che consentirebbero alle imprese multinazionali di gestire i complessi problemi culturali, direttivi, organizzativi e di marketing legati al fatto che operano al di là dei confini tradizionali degli Stati. L’ultimo capitolo tratta il caso Ikea, impresa multinazionale nota al pubblico per la sua immagine di azienda responsabile, ma che nasconde, a una più attenta analisi, diverse incoerenze che minano questa sua reputazione.

La multidisciplinarità dell’argomento trattato trova riflesso nella bibliografia, che è composta non solo dai lavori di diversi esponenti della dottrina economico-aziendale italiana e internazionale, ma anche da studi di stampo sociologico e filosofico; l’analisi dettagliata dei dilemmi etici affrontati dalle imprese multinazionali, in particolare, è stata effettuata sulla base dei più recenti articoli pubblicati sul “Journal of Business Ethics”.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
2 1. L’impresa multinazionale Si definisce multinazionale un‟impresa che detiene una rilevante partecipazione azionaria (in genere il 50% o più) in una o più aziende operanti in un paese estero e che persegue, svolgendo funzioni di produzione e di vendita in diverse aree geografiche, una gestione integrata delle risorse disponibili nel mercato interno e in quelli esteri. Alla luce di questa definizione, un‟Impresa Multinazionale (IMN), deve quindi verificare due requisiti fondamentali:  uno strutturale, che richiede che l‟azienda sia organizzata in forma di gruppo, con una società madre che detiene più del 50% dei voti spettanti agli azionisti o che ha diritto a nominare o sostituire la maggioranza dei membri degli organi amministrativi, direttivi o di sorveglianza delle società figlie, parte delle quali ubicate in un paese diverso dal proprio;  uno di gestione imprenditoriale, che fa riferimento alla direzione unitaria e centralizzata delle attività avviate nelle varie parti del mondo, cioè al carattere d‟integrazione conferito alla gestione delle operazioni domestiche e internazionali 1 . Il fenomeno della diffusione delle IMN si è pienamente sviluppato dagli anni Sessanta del secolo scorso, quando un cospicuo numero di aziende industriali americane ha dato avvio a una serie di Investimenti Diretti all‟Estero (IDE); secondo le definizioni del Fondo Monetario Internazionale (FMI) e dell‟Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) l‟IDE è «un investimento in un‟impresa estera nella quale l‟investitore possiede almeno il 10% delle azioni ordinarie, effettuato con l‟obiettivo di stabilire un interesse duraturo nel paese estero, una relazione a lungo termine e una significativa 1 Cfr. per il requisito strutturale: BARBA NAVARETTI G., VENABLES A. J. (2006), Le multinazionali nell’economia mondiale, Il Mulino, p. 12; per il requisito di gestione imprenditoriale: SCIARELLI S. (1973), L’impresa multinazionale, Giannini editore, p. 29.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi