Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il marchio: normativa internazionale ed analisi del caso TOD'S S.p.a

In un contesto caratterizzato dalla crisi economica mondiale risulta essere fondamentale per le imprese un'integrazione di norme e principi in grado di generare un mercato sempre più globalizzato. Questo avviene in Europa tramite i principi contabili internazionali IAS. Una delle principali immobilizzazioni disciplinate dagli stessi è il marchio. Il marchio è quindi un'intangibile che rafforza la posizione di un'impresa all'interno di tale mercato e che permette una protezione su larga scala ai prodotti stessi della società. Il marchio permette inoltre di ottenere vantaggio competitivo rispetto alle società operanti nello stesso settore. La tesi tratta nella prima parte la disciplina dello IAS 38 relativo alle immobilizzazioni immateriali e in particolar modo il marchio, nella seconda parte vengono analizzati i marchi del gruppo TOD'S.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE L’ultimo decennio è stato caratterizzato da importanti mutamenti nel contesto economico italiano ed internazionale. Si è resa sempre più necessaria un’integrazione a livello mondiale di norme e principi con l’obiettivo di ottenere un mercato sempre più globalizzato. Protagoniste di questo processo sono state le medio-grandi imprese quotate nei mercati finanziari che dall’anno 2005 redigono i bilanci d’esercizio secondo le norme comunitarie stabilite dall’International Accounting Standars Borads (IASB). Questo impone alle suddette imprese di seguire le linee emanate nei principi contabili internazionali ”International Accounting Standards” (IAS) al fine di garantire massima trasparenza per quanto concerne la circolazione delle informazioni e la comparabilità dei bilanci. Il Framework (documento introduttivo agli IAS) stabilisce che lo scopo di natura informativa del bilancio richiede che le informazioni in esso contenute siano utili agli utilizzatori per prevedere, comparare, e valutare l’ammontare, il tempo e l’incertezza dei futuri flussi monetari. Per imprese quotate nelle borse mondiali risulta subito essere uno strumento indispensabile. Tra le risorse immateriali che rientrano in bilancio figurano i marchi (oggetto di studio). Nell’elaborato vedremo come il marchio risulti essere un’importante risorsa per l’impresa a livello di tutela dei propri prodotti, della clientela e di fidelizzazione della stessa. Il marchio è, inoltre, un utile strumento per creare vantaggio competitivo e per accordare all’impresa una posizione di leadership all’interno del mercato di competenza. Nella prima parte dell’elaborato si analizzano gli aspetti generali del marchio tra i quali la classificazione, le funzioni ed i requisiti ed infine l’importante distinzione tra marchio registrato e marchio non registrato. Alla luce di ciò si è analizzato il marchio sotto l’aspetto contabile internazionale tratto dallo studio dello IAS 38. Sono state fornite le definizioni di attività immateriale e di intangible assets. Le informazioni fondamentali sono state reperite da diversi libri di natura contabile che sono stati poi rielaborati con

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Eleonora Anastasia Ladini Contatta »

Composta da 45 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2234 click dal 19/07/2011.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.