Skip to content

La crisi finanziaria e i rimedi: verso Basilea 3

Informazioni tesi

  Autore: Michele Trani
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Lecce
  Facoltà: Economia
  Corso: Scienze dell'economia
  Relatore: Donatella Porrini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 202

La finanza mondiale ha attraversato, nel corso dei primi anni di questo nuovo millennio, una delle fasi più critiche della sua storia con perdite pesantissime che hanno toccato l’economia reale e ridisegnato gli equilibri a livello mondiale. Tra le cause conclamate di questo tracollo senza fine, paragonabile nei suoi effetti alla caduta di Wall Street degli anni trenta, l’uso indiscriminato dei prodotti finanziari più evoluti che ha determinato, a gran voce, la necessità di una riforma non più procrastinabile che garantisca maggiore trasparenza e correttezza sui mercati. L’intento dichiarato è quello di riacquisire la fiducia degli investitori, componente ormai sempre più determinante per attivare una consolidata ripresa. Da tutte queste premesse nasce l’obiettivo fondamentale che la tesi si pone, cioè analizzare il recente tracollo finanziario alla luce delle normative in essere valutando, in conclusione, le ultime proposte di riforma ed i possibili effetti che queste potrebbero determinare sugli istituti finanziari.
Il lavoro, in particolare, è stato organizzato in cinque capitoli: nel primo l’attenzione viene focalizzata sulla regolamentazione dei requisiti patrimoniali bancari con particolare riferimento alle caratteristiche ed ai dubbi che hanno accompagnato l’introduzione dell’ormai vecchia disciplina già prima del suo ingresso. La seconda parte, suddivisa in tre capitoli, individua dapprima gli aspetti più pregnanti della crisi odierna, che la distinguono da quelle precedenti, per poi passare ad una messa a fuoco delle origini del tracollo. Sulla base di questo, e tenendo sempre in considerazione i problemi legati all’introduzione delle normative di Basilea II, si è dato ampio spazio all’analisi dei fallimenti di alcune delle più importanti società mondiali per poi analizzare la fase successiva di ripresa che sta tutt’ora caratterizzando l’economia mondiale alla luce dei diversi piani di riforma voluti dai governi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 CAPITOLO PRIMO BASILEA II: ORIGINI E LIMITI DEL NUOVO ACCORDO 1.1 La gestione del rischio e default: come nasce Basilea I Le trasformazioni strutturali dell‟economia e lo sviluppo delle tecniche di risk management, hanno indotto le banche a concentrare la propria attenzione sulla misurazione e sulla gestione dei rischi, nonché sulla loro adeguatezza patrimoniale rispetto agli stessi. Il Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria 1 , tenendo conto di tal evoluzione, ha fondato i propri obiettivi sulla solvibilità e solidità del sistema finanziario, e sulla conformità alle differenze competitive fra le banche internazionali. Negli anni, l‟accresciuta importanza nella gestione dei rischi ha trovato il proprio fondamento nel principio per cui ogni attività bancaria comporta l‟assunzione di un certo grado di rischio 2 . La funzione stessa d‟intermediazione e trasferimento tra unità in surplus ed unità in deficit ha conosciuto negli ultimi decenni un notevole sviluppo, stabilendo nuove forme per impiegare proficuamente le proprie risorse; in tal modo 1 Il Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria è l‟organo istituito nel 1975 dai Governatori delle banche centrali del Gruppo dei Dieci. Il comitato è presieduto da alti funzionari di vigilanza bancaria con l‟obiettivo di promuovere la cooperazione fra gli stessi istituti e perseguire la stabilità monetaria e finanziaria. Il comitato, non possedendo autorità sovranazionale, stabilisce linee guida che vengono recepite in normativa vincolante in oltre 140 paesi. 2 Zazzara C., “Il ruolo del capitale nelle banche e la sua regolamentazione: dall’accordo di Basilea del 1988 ad oggi”, ottobre 1999, pag. 7

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

crisi finanziaria
derivati
finanza
riforma
crisi
basilea
fiducia
investitori
pilastri
requisiti patrimoniali
basilea 3
lehman
mutui sub prime
ripresa economica
riforma finanziaria
tracollo finanziario

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi