Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Comunicare nel mercato cinese: il caso della Nestlè

Il prodotto non basta. Questa affermazione che sembrerebbe valere in qualsiasi contesto, assume un particolare significato in Cina. Il lavoro di tesi ha messo in evidenza come nessun prodotto possa competere nel mercato cinese se non tiene conto della sua cultura millenaria e non si interfaccia con le sue tradizioni e, negli ultimi anni, con la segmentazione che sta emergendo nel mercato dei consumatori. Per questo produrre e commerciare in Cina significa, innanzi tutto, comunicare. Avere, cioè, delle strategie di marketing e di pubblicità che siano in grado di far sentire ad ogni cinese che quel prodotto, spesso la gamma dei prodotti, sono adeguati per lui, possono accompagnarlo nei suoi riti quotidiani di consumo. Ma più significativo è che possano farlo sentire dentro la sua cultura e contemporaneamente proiettato verso un cambiamento.
Il caso della Nestlè, analizzato nella tesi, evidenzia come una strategia di penetrazione in un mercato deve svilupparsi con modalità molte ben articolate.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione I cittadini che ogni giorno prendono in mano, utilizzano un prodotto, vestono un prodotto in cui sia “made in China” sono la maggior parte dei consumatori dei mercati dei dei paesi occidentali. Dopo la parola d'ordine del 1978 “enrichez vous” , che ha cambiato le condizioni economiche e sociali e organizzative del mio grande Paese, le maggiori imprese mondiali sono presenti in Cina con le loro fabbriche. Spesso queste hanno dato vita ad aziende locali che producono per il mercato interno. Ma nel potenzialmente più ampio mercato mondiale i prodotti e le proposte commerciali dei prodotti sono quelli dei luoghi d'origine dei marchi? E' questa la domanda che affronta il mio lavoro di tesi e a cui cerca di dare una risposta attraverso l'analisi di alcuni esempi di marketing e di pubblicità utilizzati da aziende occidentali in Cina. La questione principale è che la Cina ha una cultura millenaria che, per alcuni aspetti, è stata un riferimento anche per l'occidente. Questo fatto “costringe” chi vuole produrre e commerciare in Cina a tener conto dei riferimenti simbolico- culturali che sono presenti e diffusi all'interno di tutti i gruppi sociali, a fare i conti, si potrebbe dire, con simboli e significati differenti da quelli occidentali e che è necessario tener presenti per arrivare ai consumatori. Diversi esempi presi in esame 4

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Daren Song Contatta »

Composta da 68 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1414 click dal 21/07/2011.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.