Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La formazione continua e gli Enti Bilaterali nelle relazioni industriali

Negli ultimi decenni, la formazione ha subito una tale evoluzione che, volendo parafrasare una terminologia amata dalla dottrina, davvero riveste una efficacia erga omnes.
Questa affermazione vuole sottolineare quanto la formazione oggi coinvolga tutti. Per alcuni è una necessità: penso ai giovani ed al lavoro sempre più precario; per altri è un’opportunità: segmento questo occupato sempre più dai lavoratori-studenti; per altri ancora è un business: come gli enti o le istituzioni che offrono formazione; infine ma non per ultima: è una delle componenti della politica sociale internazionale e comunitaria.
La platea dei potenziali utenti si espande e conseguentemente, l’offerta formativa deve diversificarsi.
Questa tesi di laurea ha vinto il premio "Alfano e Virgilio" per l'anno 2010. Il concorso è stato bandito dalla Commissione Nazionale paritetica per le Casse Edili (CNCE) e la giuria presieduta dal Prof. Pasquale Sandulli.

Mostra/Nascondi contenuto.
La f ormazione c ontinu a e gli E nti B il at eral i nell e relazioni indus tria li In tr odu zi o ne Negl i ult imi decenni , la for maz io ne h a su bito un a ta le evo lu zi o n e ch e, v o lendo par afra s are u n a termin o log ia amata dalla do ttr ina , dav v ero rive s te un a e fficacia er ga om n e s . Questa afferma zio n e v uo le sot to lin ear e qu an to la for mazi o n e og g i coi nv ol g a tut ti. Per al cu ni è u n a necess ità: p ens o ai gi ov an i ed al la v or o s emp re p iù prec ario; per alt ri è u n ’ o pp or tun it à : segmen to qu esto oc cu pa to sempre più dai la v or at o ri- s tu denti; p er al tr i anc o ra è un bus in ess: come g li en ti o le is ti tu z ion i che o ffro no forma zi o n e; inf ine ma non p er ult ima : è una delle co mp o nen ti della pol itica so ciale int erna z io na le e comun itaria. La p la tea dei pot enzi ali ute nt i si esp an de e con s egu ent eme nt e, l’ o ffert a formati v a dev e div ersif icars i. Do p o aver rip erco rs o p er gra n di li nee le tap p e fond ame n tali del p ro ces s o che h a defini to il si s tema forma tiv o co n tempo ra neo, nel p rimo cap ito lo si argo me n ta cir ca i co n tr at ti di lav o ro a co nt en u to for mati v o (learn in g on jo b) 1 e ci 1 La formazion e cont in u a ricom p ren de q u esta ti p ol o gi a di formazion e, si car att erizza perché coi n vo lg e la p erso na lun go il cor so dell’in tera vi ta. A. Bul gare lli , Ver so u na str at eg i a di l i f e lo ng lea rn i n g: stat o del l’a r t e e evo luz i on e dell e p ol i t ich e di fo rm a zi on e co n ti n ua in Ita l ia , G iuf fre , Mila no, 2006, p ag. 146-15 7. Pag. 4

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Rosetta Oliva Contatta »

Composta da 181 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1384 click dal 25/07/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.