Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Fair Value e Value Relevance: il dibattito corrente negli Standard Setters internazionali

L’elaborato si concentra sulla Value Relevance dell’informazione economico-finanziaria, enfatizzandone il superamento della tipica funzione di rendiconto assolta dal bilancio. Gli studi sulla Value Relevance si inseriscono nel più vasto filone della Capital Market Research perché, partendo dall’ipotesi di efficienza semi-forte dei mercati dei capitali, si propongono di analizzare il ruolo dell’Accounting nel veicolare informazioni utili agli operatori del mercato. In particolare, la Value Relevance misura la capacità del dato contabile di racchiudere informazioni che influenzano il prezzo delle azioni e il valore di mercato dell’azienda. Esso, dunque, approssima il livello di associazione tra l’informazione contabile e il prezzo e/o rendimento azionario. Se tale correlazione è significativa, allora le informazioni contabili sono in grado di guidare gli investitori nelle proprie scelte di investimento.
L’interesse mostrato dagli studiosi di accounting verso tale paradigma può essere ricondotto alla capacità dello stesso di afferrare l’apprezzamento della coerenza al Framework delle scelte assunte dagli Standard Setters nella predisposizione degli Accounting Standards. In ciò evidenziandone l’influenza esercitata dalla corrente dottrinale denominata Decision-usufulness Theorethical Approach sviluppatasi in America a partire dagli anni Sessanta in seguito alla nascita dell’Information Theory.
Seguendo tali approcci teorici, il Framework riconosce al bilancio la funzione di fornire ai soggetti esterni interessati all’andamento aziendale, e in particolare agli investitori, informazioni utili per le loro decisioni economiche, al fine di favorire un’efficiente allocazione dei capitali. In particolare, le attese informative si concentrano sulla capacità dell’impresa di produrre flussi finanziari (cash generating ability) e sulla relativa tempistica e certezza perché la recuperabilità dell’investimento, apprezzabile in funzione del pagamento dei dividendi e del capital gain ritraibili dalla vendita della partecipazione, dipende da tali flussi. Gli organi deputati all’emanazione dei principi internazionali sono coinvolti nella scelta di criteri contabili che meglio rappresentano la realtà economica secondo gli attributi di relevance e reliability, caratteristiche qualitative necessarie a rendere l’informativa finanziaria utile a supportare le scelte di allocazione delle risorse. La Value Relevance research, infatti, contribuisce a valutare l’applicazione dei postulati presentati nel framework perché essa offre una sintesi quantitativa degli attributi richiamati.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE L‟elaborato si concentra sulla Value Relevance dell‟informazione economico-finanziaria, enfatizzandone il superamento della tipica funzione di rendiconto assolta dal bilancio. Gli studi sulla Value Relevance si inseriscono nel più vasto filone della Capital Market Research 1 perché, partendo dall‟ipotesi di efficienza semi-forte dei mercati dei capitali, si propongono di analizzare il ruolo dell‟Accounting nel veicolare informazioni utili agli operatori del mercato. In particolare, la Value Relevance misura la capacità del dato contabile di racchiudere informazioni che influenzano il prezzo delle azioni e il valore di mercato dell‟azienda. Esso, dunque, approssima il livello di associazione tra l‟informazione contabile e il prezzo e/o rendimento azionario. Se tale correlazione è significativa, allora le informazioni contabili sono in grado di guidare gli investitori nelle proprie scelte di investimento. L‟interesse mostrato dagli studiosi di accounting verso tale paradigma può essere ricondotto alla capacità dello stesso di afferrare l‟apprezzamento della coerenza al Framework 2 delle scelte assunte dagli Standard Setters nella predisposizione degli Accounting Standards. In ciò evidenziandone l‟influenza esercitata dalla corrente dottrinale denominata Decision-usufulness Theorethical Approach sviluppatasi in America a partire dagli anni Sessanta in seguito alla nascita dell‟Information Theory. Seguendo tali approcci teorici, il Framework riconosce al bilancio la funzione di fornire ai soggetti esterni interessati all‟andamento aziendale, e in particolare agli investitori, informazioni utili per le loro decisioni economiche, al fine di favorire un‟efficiente allocazione dei capitali. In particolare, le attese informative si concentrano sulla capacità dell‟impresa di produrre flussi 1 La Capital Market Research in Accounting (CMR) comprende tutti gli studi che analizzano la relazione tra prezzi di mercato e le informazioni contabili. Oltre la Value Relevance, la CMR include i test circa le ipotesi di efficienza informativa dei mercati e gli studi sulla Fundamental Analysis. 2 Documento che identifica gli utilizzatori e lo scopo del bilancio.

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Economia

Autore: Anna Cimmino Contatta »

Composta da 167 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2016 click dal 23/08/2011.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.