Skip to content

Fasi e attività di sviluppo e industrializzazione di una biella per motore endotermico

Informazioni tesi

  Autore: Pietro Carpanzano
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1999-00
  Università: Politecnico di Torino
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria Logistica e della Produzione
  Relatore: Muzio Gola
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 86

Nel corso degli ultimi anni, l’intero processo industriale, dall’attività di impostazione alla mass-production, ha subito mutamenti molto profondi grazie al notevole progresso delle tecnologie informatiche e delle tecniche computazionali messe a disposizione di persone con sempre maggior grado di scolarità e cultura tecnica.
Prima degli anni settanta, ad esempio, la progettazione era praticamente realizzata con quello che si definisce un approccio tradizionale. Il disegno veniva realizzato a matita su foglio di carta e le analisi erano eseguite con calcoli più o meno complessi basati su formule teoriche ed empiriche prese dai manuali. La fase prototipale era basata sul metodo “costruisci – prova – correggi” e veniva eseguita da specialisti esperti. Conseguentemente a questo modo di operare, il processo risultava oneroso sia in termini di time to market che di costi e diffondeva sostanzialmente una consapevolezza empirica.
Durante gli anni settanta e ottanta, l’evoluzione delle metodologie di industrializzazione di un prodotto si è focalizzata soprattutto sulle tecniche progettative essenzialmente attraverso il fatto che i disegni, prima realizzati a mano, venivano sostituiti da disegni sviluppati con l’ausilio del computer (Computer Aided Drafting) e tramite software via via sempre più sofisticati e user friendly, per contro tutta la fase sperimentale basata sull’utilizzo dei prototipi rimaneva praticamente inalterata, conservando ancora un ruolo di assoluta importanza per la validazione e il perfezionamento degli elementi progettati.
In un tale scenario risultava difficilmente applicabile un approccio di “Simultaneous Engineering” e un uso adeguato di strumenti CAE (Computer Aided Engineering) volti alla riduzione del Time to Market e dei costi di sviluppo del prodotto.
All’inizio degli anni novanta, il grande salto in avanti fatto dalle tecnologie informatiche ed il notevole sviluppo degli strumenti di progetto ed analisi assistita dal calcolatore, hanno permesso di introdurre dei cambiamenti radicali nel processo di sviluppo e industrializzazione del prodotto.
Su questa linea sono emersi programmi che permettono di condurre una progettazione assistita da calcolatore (Computer Aided Design) e altri di analisi numerica che possono facilmente elaborare i dati automaticamente derivati dai modelli matematici simulando sollecitazioni meccaniche, termiche, interazioni idro e fluidodinamiche, lay out, processi tecnologici, ecc. In questo modo i progettisti hanno la possibilità di concorrere allo sviluppo prodotto, con le relative analisi di verifica strutturale e funzionale, la progettazione e la calibrazione dei processi produttivi, utilizzando dei modelli virtuali di base.
Quanto descritto non comporta l’eliminazione della fase prototipale (anch’essa interessata da notevole progresso tecnico), ma la riduzione del numero di iterazioni che la interessano. Questo perché la validazione virtuale garantisce la possibilità di arrivare a condurre le prove sperimentali su prototipi ad alto grado di significatività, quindi verosimilmente poco diversi da quelli che alla fine verranno deliberati. Ne consegue un notevole risparmio del tempo e dei costi di sviluppo del prodotto.
Nel contesto descritto, il presente elaborato analizza lo standard di lavoro che definisce tutte le fasi salienti di sviluppo di una biella per motore endotermico, dall’impostazione fino alla mass production, all’interno di Fiat Auto SpA.
Il processo è caratterizzato da sette fasi principali:
- Impostazione.
- Analisi make or buy.
- Sviluppo progetto e validazione virtuale.
- Verifica sperimentale.
- Validazione sperimentale su macrosistema.
- Scelte e validazioni produttive.
- Avvio produttivo e mass – production.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
7 CAPITOLO 1. IMPOSTAZIONE 1.1. CONDIZIONI AL CONTORNO La fase di impostazione del progetto di una biella, come di ogni altro componente da industrializzare, tiene conto della necessità di sfruttare al meglio le risorse disponibili e di occupare brevi spazi temporali. L’attività di impostazione viene condotta tenendo presenti indicazioni e opportunità che emergono nelle fasi di: ¾ Definizione del bisogno aziendale Si analizzano i settori dove, per motivi di mercato, legislativi o altro, è bene che l’azienda concentri le proprie risorse nello sviluppo di soluzioni appropriate. L’impegno volto per l’adeguamento alle direttive europee in materia di emissioni inquinanti nell’atmosfera, è un esempio di quanto detto. ¾ Innovazione Attività tesa allo sviluppo e alla sperimentazione di alcune soluzioni indirizzate a migliorare i prodotti, processi produttivi, metodologie e relativi strumenti, (un esempio può essere la scelta tra biella con cappello separato dal fusto per tranciatura o fratturazione). Tra le numerose alternative che si considerano, molte non hanno alcuna valenza applicativa, perché economicamente non industrializzabili su larga scala. Le restanti offrono delle opportunità applicative che possono essere trasferite nel successivo sviluppo dell’attività progettativa. Fiat Auto affida gran parte di questa attività al CRF (Centro Ricerche Fiat) e delega altri progetti completi ad istituti di consulenza ad alta specializzazione quali: AVL; RICARDO; ecc. .

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

motori
motori endotermici
progettazione di macchine
bielle
progettazione di bielle

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi