Skip to content

Le Strategie di Comunicazione per lo sviluppo socioeconomico delle aree disagiate del Sud Italia: il caso Sicilia

Informazioni tesi

  Autore: Daniele Filipson
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Libera Univ. degli Studi Maria SS.Assunta-(LUMSA) di Roma
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Pubblicità e comunicazione d'impresa
  Relatore: Carlo Gelosi
Coautore: Chiara Pedone
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 131

Oggetto dello studio proposto sarà l’analisi dei problemi connessi alle condizioni di disagio socio-economico proprie delle regioni del Sud Italia, nonché la ricognizione degli strumenti posti in essere, sia a livello nazionale che europeo, per migliorare tali situazioni di criticità, strumenti volti, principalmente, a sviluppare le potenzialità dei territori al fine di aumentarne la competitività e di colmare il divario che questi soffrono in relazione alle altre aree italiane ed europee.
Nel capitolo I, al fine di compiere una sintesi dello scenario socio-economico generale di alcune regioni, ci si avvarrà dei dati e delle conclusioni evidenziate dal rapporto Svimez, presentato in occasione del Convegno sullo sviluppo dell’industria nel Mezzogiorno, tenutosi a Palermo il 13 Luglio 2010. Attraverso un’analisi dei dati emersi dal Rapporto si procederà, pertanto, a delineare una panoramica sulle condizioni socio economiche dei giovani meridionali, esaminando le realtà legate al tasso di occupazione, sia generale, sia dei laureati tra i 25 ed i 34 anni, e dei giovanissimi con un’età compresa tra i 15 e i 19. L’analisi condurrà, inoltre, a concentrare l’attenzione sull’atteggiamento rinunciatario che contraddistingue un nutrito gruppo di soggetti che, in condizione di disoccupazione da lunga data, non risultano essere più in cerca di un nuovo lavoro. Verranno inoltre esaminati i dati riguardanti il livello di reddito delle famiglie, nonché il grado di povertà in cui versa una sempre maggiore percentuale di quest’ultime, concentrando l’attenzione su come, tale situazione di disagio, continui a determinare flussi migratori sia dalle zone rurali verso le città, sia dal Sud verso il Nord.
Nel capitolo II sarà proposta una ricognizione delle teorie che propongono, per il superamento della situazione di disagio e l’attivazione di meccanismi di sviluppo territoriale, l’utilizzo di strumenti mutuati dal marketing e dalle strategie di gestione aziendale, approfondendo, in particolare, autori quali Freeman, Peteraf, CK Prahalad, e Grant, attraverso l’analisi che di questi fornisce Maria Rosaria Napoletano in “Dal Marketing territoriale alla gestione strategica del territorio.
Nel capitolo III l’attenzione sarà volta ad indagare le politiche di sviluppo avviate grazie al sostegno economico proveniente dall’UE; osserveremo come l’intervento di quest’ultima si riveli essenziale per l’attivazione di meccanismi di sviluppo territoriale fondati su azioni che comportino cambiamenti profondi e strutturali nella gestione delle risorse dei territori, grazie anche alla definizione di obiettivi precisi su cui indirizzare le misure di sostegno, quali, in particolare, la creazione di nuovi posti di lavoro, la promozione dell’innovazione e della diffusione della conoscenza, la spinta all’emersione e al potenziamento dei punti di forza delle varie economie locali.
Al capitolo IV, nell’alveo di una riflessione sull’importanza, per lo sviluppo dei territori in situazioni di disagio, di una corretta e diffusa pratica di comunicazione fra le istituzioni e i cittadini, analizzeremo il Piano di Comunicazione della Regione Sicilia ed i fattori, connessi alla comunicazione, determinanti per l’attivazione di politiche di sviluppo locale sull’area territoriale considerata.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE Oggetto dello studio proposto sarà l’analisi dei problemi connessi alle condizioni di disagio socio-economico proprie delle regioni del Sud Italia, nonché la ricognizione degli strumenti posti in essere, sia a livello nazionale che europeo, per migliorare tali situazioni di criticità, strumenti volti, principalmente, a sviluppare le potenzialità dei territori al fine di aumentarne la competitività e di colmare il divario che questi soffrono in relazione alle altre aree italiane ed europee. Nel capitolo I, al fine di compiere una sintesi dello scenario socio- economico generale di alcune regioni, ci si avvarrà dei dati e delle conclusioni evidenziate dal rapporto Svimez, presentato in occasione del Convegno sullo sviluppo dell’industria nel Mezzogiorno, tenutosi a Palermo il 13 Luglio 2010. Attraverso un’analisi dei dati emersi dal Rapporto si procederà, pertanto, a delineare una panoramica sulle condizioni socio economiche dei giovani meridionali, esaminando le realtà legate al tasso di occupazione, sia generale, sia dei laureati tra i 25 ed i 34 anni, e dei giovanissimi con un’età compresa tra i 15 e i 19. L’analisi condurrà, inoltre, a concentrare l’attenzione sull’atteggiamento rinunciatario che contraddistingue un nutrito gruppo di soggetti che, in condizione di disoccupazione da lunga data, non risultano essere più in cerca di un nuovo lavoro. Verranno inoltre esaminati i dati riguardanti il

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi