Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Capital market efficiency. Il mercato azionario italiano e l’ipotesi semi-forte

Ricerca empirica decennale sul mercato azionario italiano mirata alla verifica dell'ipotesi semi-forte di efficienza informativa.
In questo lavoro si esamina il concetto di efficienza informativa all’interno dei mercati dei capitali e, in particolare, del mercato azionario italiano. Più in dettaglio, dopo una breve disamina dei principali metodi di analisi e contributi teorici ed empirici legati all’ipotesi oggetto di studio, procedendo lungo un percorso incentrato sull’importanza dell’informazione price-sensitive e sulle sue diverse tipologie rinvenibili sul mercato, si proporrà una verifica empirica finalizzata a valutare l’effettiva validità dell’ipotesi semi-forte di efficienza informativa sul mercato azionario italiano. Studieremo, dunque, il processo di aggiustamento dei prezzi alle informazioni disponibili nel mercato, sicuri della rilevanza di tale tipologia di analisi in contesti di mercato, come quello attuale, in cui l’informazione e il suo valore rivestono ruoli di prim’ordine.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 Premessa La funzione primaria di un sistema finanziario è consentire il trasferimento delle risorse finanziarie dalle unità in surplus alle unità in deficit. A tal fine, un sistema finanziario efficace ed efficiente non può prescindere dall’implementazione e dallo sviluppo di meccanismi e processi in grado di permettere e favorire, in ogni momento, la migliore interazione fra gli operatori impegnati nella negoziazione di strumenti finanziari in mercati regolamentati. Ciò è, infatti, condizione necessaria ed essenziale affinché le risorse vengano indirizzate verso gli impieghi più proficui a beneficio dell’intera collettività. Per quanto concerne l’efficienza in senso informativo, il “mercato ideale” 1 è quello in cui i prezzi degli strumenti finanziari “segnalano” l’informazione per essi rilevante, costituendo le variabili cruciali nelle scelte di investimento da parte degli operatori finanziari. Tale mercato favorisce sia gli investitori privati e i risparmiatori sia le società con titoli quotati 2 : in primo luogo, permette agli investitori di poter proficuamente e coscientemente scegliere fra i diversi strumenti in relazione alle loro esigenze, sotto l’ipotesi che i prezzi di tali strumenti, determinati grazie ai meccanismi di mercato, possano “in ogni tempo riflettere pienamente tutte le informazioni disponibili”; contemporaneamente, si incentiva la quotazione e il permanere nei mercati regolamentati delle società migliori le quali, in un mercato efficiente, hanno la facoltà di emettere titoli e strumenti finanziari di svariate tipologie e per importi anche molto rilevanti al fine di finanziare la crescita, sicure di ottenere il “giusto” corrispettivo per i loro strumenti. È facile, dunque, comprendere come il concetto e l’ipotesi di efficienza informativa abbiano rivestito e rivestano tutt’oggi un ruolo preminente nella letteratura finanziaria globale, costituendo una fra le principali ipotesi alla base di molteplici teorie finanziarie mirate a spiegare il processo di determinazione dei prezzi delle attività finanziarie. Per tale sua rilevanza, in questo lavoro si esamina il concetto di efficienza informativa all’interno dei mercati dei capitali e, in particolare, del mercato azionario italiano. Più in dettaglio, dopo una breve disamina dei principali metodi di analisi e contributi teorici ed empirici legati all’ipotesi oggetto di studio, procedendo lungo un percorso incentrato 1 Fama, E.F. (maggio 1970). Efficient Capital Markets: a review of theory and empirical work. Journal of Finance, Vol.35, p.383. 2 Fama, E. F. e Miller, M. H. (1972). The theory of Finance. New York: Holt, Rinehart, and Winston, Dryden Press, p.335.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Simone Calogero Marino Contatta »

Composta da 38 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 727 click dal 07/09/2011.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.