Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Diversity Management e la Conciliazione vita-lavoro

Questo lavoro si propone, sulla scia del mio progetto di tesi di laurea sul diversity management, che approfondiva e si focalizzava sulla gestione delle differenze culturali, di esaminare questo approccio manageriale declinato in tutte le sue sfaccettature (differenze di genere, differenze intergenerazionali, differenze di abilità e disabilità), includendo anche il tema della conciliazione tra vita lavorativa e vita privata; cercando poi di approfondire la gestione delle differenze in BTicino SpA, in un paese come l’Italia, dove il dibattito è ancora poco sviluppato.

Tale progetto inizia con una presentazione generale di BTicino partendo da una più ampia presentazione del Gruppo Legrand, di cui BTicino fa parte. Poi si cercherà di fare una rapida descrizione del diversity management, rivisitando, sistematizzando e approfondendo il mio precedente lavoro, proponendosi di verificare l’efficacia di questa teoria manageriale tanto “chiacchierata”. Inoltre, dopo le riflessioni maturate in seguito ad una serie di interviste ad alcuni dipendenti dell’Azienda sui temi della conciliazione vita/lavoro, si cercherà in fine di proporre un piano di sviluppo in ottica diversity e work & life balance, per il benessere delle persone e delle organizzazioni. A testimonianza della validità del diversity management si guarderanno anche i risultati raggiunti attraverso le azioni diversity oriented intraprese da grandi aziende come IBM e IKEA.
“i consumatori cambiano gusti, tendenze e aspettative in modo repentino; se si coinvolgono lavoratori di età diversa con bisogni, abitudini e valori contrastanti, allora le aziende potranno competere con successo nel mercato globale.”

Mostra/Nascondi contenuto.
6 Presentazione Questo lavoro si propone, sulla scia del mio progetto di tesi di laurea 1 sul diversity management, che approfondiva e si focalizzava sulla gestione delle differenze culturali, di esaminare questo approccio manageriale declinato in tutte le sue sfaccettature (differenze di genere, differenze intergenerazionali, differenze di abilità e disabilità), includendo anche il tema della conciliazione tra vita lavorativa e vita privata; cercando poi di approfondire la gestione delle differenze in BTicino SpA, in un paese come l‟Italia, dove il dibattito è ancora poco sviluppato. Tale progetto inizia con una presentazione generale di BTicino partendo da una più ampia presentazione del Gruppo Legrand, di cui BTicino fa parte. Poi si cercherà di fare una rapida descrizione del diversity management, rivisitando, sistematizzando e approfondendo il mio precedente lavoro, proponendosi di verificare l‟efficacia di questa teoria manageriale tanto “chiacchierata”. Inoltre, dopo le riflessioni maturate in seguito ad una serie di interviste ad alcuni dipendenti dell‟Azienda sui temi della conciliazione vita/lavoro, si cercherà in fine di proporre un piano di sviluppo in ottica diversity e work & life balance, per il benessere delle persone e delle organizzazioni. A testimonianza della validità del diversity management si guarderanno anche i risultati raggiunti attraverso le azioni diversity oriented intraprese da grandi aziende come IBM e IKEA. “i consumatori cambiano gusti, tendenze e aspettative in modo repentino; se si coinvolgono lavoratori di età diversa con bisogni, abitudini e valori contrastanti, allora le aziende potranno competere con successo nel mercato globale.” 2 1 Longo G., Il Diversity Management nella gestione delle differenze culturali, www.tesionline.it, 2010. Si rimanda a questo lavoro per ciò che concerne il focus sulle differenze culturali, la progettazione del diversity management e la proposta di un modello formativo. 2 Pagina 180 del presente lavoro.

Tesi di Master

Autore: Gianluca Longo Contatta »

Composta da 190 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2617 click dal 08/09/2011.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.