Skip to content

La Smalltown in ''Winesburg, Ohio'' di Sherwood Anderson

Informazioni tesi

  Autore: Stefano Crivelli
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lingue e letterature straniere
  Relatore: Paola Loreto
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 46

La vita nelle cittadine di provincia è un argomento rilevante nella cultura degli Stati Uniti d'America, poiché proprio nella smalltown si trovano le radici sociali, storiche e culturali dell'intera nazione. Fin dall'arrivo dei primi coloni, l'America è stata plasmata su questo modello: questo tipo di organizzazione sociale è diventata la principale icona culturale per descrivere l'America "quotidiana", spesso rappresentando un mondo edulcorato e falso popolato da persone perennemente amichevoli e felici e nel quale non esistono crimine, alienazione o problemi sociali.

Al contrario, l'instabilità sociale è spesso maggiormente pervasiva e incombente in una piccola città rispetto alle grandi metropoli: isolamento e depauperamento culturale sono più incisivi nel marcare la vita in questi avamposti nel mezzo del nulla piuttosto che in ambienti dove le persone hanno l'opportunità di fare esperienze diverse e di arricchire le proprie conoscenze.

Questo lavoro cerca di analizzare la smalltown americana partendo dalla prospettiva di Sherwood Anderson, mediante l'osservazione di alcuni personaggi di Winesburg, Ohio. Ho scelto quelli meno esaminati dalla critica ufficiale, in modo da evitare di ripetere cose già dette; inoltre, proprio la loro caratteristica di personaggi di secondo piano ha suscitato il mio interesse e la mia curiosità.

Winesburg, Ohio è una serie di ritratti i cui soggetti sono gli abitanti di una immaginaria piccola città del Midwest degli Stati Uniti. La vicenda si svolge nell'ultima decade del XIX secolo, periodo caratterizzato dalla repentina espansione industriale e dall'origine della spasmodica ricerca del progresso materiale. I personaggi di Winesburg sono individui alienati e insoddisfatti, incapaci di rispondere alle istanze poste loro dalla vita e disperatamente aggrappati a convenzioni sociali senza senso considerate verità assolute.

Anderson definisce "grotteschi" questi personaggi, utilizzando il termine non tanto per indicare una bizzarria o stranezza fisica quanto riferendosi alla psiche umana distorta dalla vita moderna. Grotteschi sono gli abitanti di Winesburg, tuttavia il pensiero di Anderson si riferisce più generalmente a tutti coloro che, incapaci di trovare un senso nella vita, si arroccano in modo acritico a meri pregiudizi, trascinando in modo passivo le proprie vuote esistenze.

L'atteggiamento di Anderson verso i suoi grotesque, tuttavia, non è mai critico né aspro: egli li descrive con comprensione e solidarietà. In Winesburg, Ohio c'è una evidente vena autobiografica: George Willard, il personaggio principale che lascia la piccola città per arricchire la propria vita con nuove esperienze nella metropoli, intraprende lo stesso percorso di viaggio e di vita che Anderson fece nei suoi anni giovanili.

Per tutte queste ragioni Winesburg, Ohio può essere considerato un lavoro archetipico: esso rivela puntualmente le dinamiche sociali che intercorrono in un ambiente piccolo e limitato che tuttavia è specchio della reale essenza dell'intera America.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
I INTRODUZIONE Miss Peters: Last week, class, we discussed the geography of Main Street. This week we're going to be talking about Elm Street. Now, can anyone tell me the difference between Elm Street and Main Street? Tommy. Tommy: It's not as long? Miss Peters: That's right, Tommy, it's not as long. Also, it only has houses, so the geography of Main Street is different than the geography of Elm Street. [Jennifer is frowning in bewilderment. She raises her hand] Miss Peters: Mary Sue! Jennifer: Yeah. What's outside of Pleasantville? [the entire class turns to look at her] Miss Peters: I don't understand. Jennifer: Outside of Pleasantville? Like, what's at the end of Main Street? Miss Peters: Mary Sue. You should know the answer to that! The end of Main Street is just the beginning again. dalla sceneggiatura di Pleasantville, di Gary Ross (1998) Dalla Grover’s Corner di Thornton Wilder alla Winesburg di Sherwood Anderson, dalla Milwaukee di Happy Days alla Pleasantville del film di Gary Ross, la “piccola città” si è sempre rivelata perno fondamentale della cultura statunitense nonché onnipresente punto di riferimento nell’iconografia ideale (e idealizzata) di un’America alla ricerca delle proprie radici storiche e sociali, nel tentativo di diluire, con esse, le angosce del vivere quotidiano. La small town quindi come rifugio, come antidoto alla modernità travolgente, culla di antichi valori quali solidarietà, socialità e condivisione di una vita semplice, tranquilla e dignitosa. Ma è davvero così?

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

provincia
cultura
grottesco
america
personaggi
alienazione
americana
anderson
small town
smalltown
sherwood
grotesque
george willard
pregudizi
winesburg
ohio
viaggio
metropoli
esperienza
rurale
big city

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi