Skip to content

L'azienda e l'evoluzione dei modelli di business nell'era della partecipazione digitale: il caso Telecom

Informazioni tesi

  Autore: Alessio Romano
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Corso: Comunicazione Istituzionale e d'Impresa
  Relatore: Umberto Costantini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 226

L’importanza di instaurare e custodire una relazione di qualità con la propria clientela,in particolare con alcuni clienti, è un principio semplice, ma basilare, per qualsiasi azienda: un cliente soddisfatto, che diventa cliente fedele, è un vantaggio competitivo dai molti pregi.
Così il CRM si va a configurare come filosofia di business, un’attitudine verso gli addetti e i clienti, supportata dai processi e dai sistemi, il cui scopo è la costruzione di relazioni personalizzate di lungo periodo con il cliente, mediante la comprensione delle esigenze e delle preferenze del singolo e l’aggiunta di valore per l’impresa e il cliente.
Il CRM innovativo, a supporto dei processi di marketing implementati sui canali digitali, è un tema caldo, di cui si sta parlando molto e sono numerose le aziende che hanno preso in considerazione l’attuazione di un nuovo programma di Customer Relationship Management.
Spesso però non si considera sufficientemente che il CRM riguarda un insieme complesso di elementi, che vanno dalle strategie alle tecnologie, passando per processi e skills, che coinvolgono l’azienda tutta.
Si pensa piuttosto che, se sono installate componenti di CRM, come call center o applicazioni marketing automation, la loro impresa si trasformerà automaticamente in customer-oriented.
Il Customer Relationship Management non è una semplice questione di marketing né di sistemi informativi, ma riguarda l’azienda e la sua visione nel loro complesso. Il processo di implementazione del CRM non è semplice: per aver successo occorre analizzare i processi alla luce delle aspettative del cliente; identificare i punti di forza e di debolezza; ridisegnare i processi in funzione di ciò che il cliente vuole. Un approccio vincente parte dalla strategia, non dalla tecnologia, e si focalizza sugli obiettivi di lungo termine.
Nell’ottica secondo la quale il marketing - inteso come attività sociale - influenza la società in cui opera ed è da essa influenzata, è logico comprendere quanto i paradigmi, dal marketing operativo al marketing one to one, che prima risultavano essere adeguati, cambiando il contesto economico e socio-culturale, non sono più in grado di assicurare risultati efficaci. Il marketing relazionale si prospetta come risolutivo per una corretta comprensione del mercato: perché valutare il rapporto tra cliente e impresa, significa non una transazione, ma una Relazione.
Il lavoro intende aprire una finestra di riflessione su un momento di transizione delle organizzazioni, che proiettate all’enterprise 2.0, rilevano l’importanza di inserire nuove dinamiche e strategie di lavoro, proiettate a perfezionare gli strumenti di CRM, concretizzando il principio di multicanalità, attraverso nuove modalità di gestione del servizio, con il Social CRM.
La tesi del mio scritto si basa sul concetto generale secondo il quale la gestione dei rapporti con i clienti in “modo classico” - nel senso transazionale e uno a uno - può essere notevolmente migliorata, rendendo il rapporto meno strutturato, più partecipativo, e creato intorno ad un modello di comunità aperta.
Questo nuovo approccio sembra trasformare il rapporto che le aziende hanno con i loro partner e clienti. Ma cosa c’è alla base di questo approccio che lo separa dal CRM tradizionale? Lo scenario tipico del Social CRM è un canale social di comunicazione dove i clienti possono comunicare i loro problemi (assistenza clienti) o desideri (future esigenze di sviluppo del prodotto) ad un’azienda.
D’altronde da sempre la relazione tra brand e consumatore è alla base del valore percepito del brand stesso, ma indubbiamente il valore generato da questa relazione risulta amplificato nell’era dei social network. Con l’avvento di Facebook e Twitter (tanto per citare i più noti) il dialogo con la marca diventa social. Non è un caso che siano sempre i consumatori e le persone comuni ad essere presenti per primi sulle reti del web; le aziende ci arrivano solo dopo e ci arrivano quando cominciano a capire l’importanza del presidiare la rete per mettersi in ascolto.
Proprio l’evoluzione nell’uso dei social network ha portato all’utilizzo dei nuovi media digitali come strumenti di promozione e di Customer Retionship Management. Il CRM si evolve e quindi diventa Social CRM; uno strumento che permette ai brand di creare valore sia per se stessi sia per i consumatori, attraverso la gestione di uno spazio virtuale in cui mettersi in ascolto, dialogare e far crescere, in termini di quantità e di qualità, le relazioni.
Inoltre saranno analizzate le tendenze organizzative delle nuove professioni all’interno delle aziende che approcciano strategicamente l’evoluzione del Caring in puro assetto Enterprise 2.0.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
I INTRODUZIONE L’importanza di instaurare e custodire una relazione di qualità con la propria clientela, in particolare con alcuni clienti, è un principio semplice, ma basilare, per qualsiasi azienda: un cliente soddisfatto, che diventa cliente fedele, è un vantaggio competitivo dai molti pregi. Così il CRM si va a configurare come filosofia di business, un’attitudine verso gli addetti e i clienti, supportata dai processi e dai sistemi, il cui scopo è la costruzione di relazioni personalizzate di lungo periodo con il cliente, mediante la comprensione delle esigenze e delle preferenze del singolo e l’aggiunta di valore per l’impresa e il cliente. Il CRM innovativo, a supporto dei processi di marketing implementati sui canali digitali, è un tema caldo, di cui si sta parlando molto e sono numerose le aziende che hanno preso in considerazione l’attuazione di un nuovo programma di Customer Relationship Management. Spesso però non si considera sufficientemente che il CRM riguarda un insieme complesso di elementi, che vanno dalle strategie alle tecnologie, passando per processi e skills, che coinvolgono l’azienda tutta. Si pensa piuttosto che, se sono installate componenti di CRM, come call center o applicazioni marketing automation, la loro impresa si trasformerà automaticamente in customer-oriented. Il Customer Relationship Management non è una semplice questione di marketing né di sistemi informativi, ma riguarda l’azienda e la sua visione nel loro complesso. Il processo di implementazione del CRM non è semplice: per aver successo occorre

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi