''Stati - Uniti'' la ferrovia transcontinentale dall'incontro tra Abraham Lincoln e Grenville M. Dodge a Promontory Point

La compatta e solida risposta che - s p o n t a n e a m e n t e - gli Statunitensi hanno offerto all'attenzione del Mondo intero all'indomani del Settembre 2001 è frutto di un processo evolutivo identitario di non recente attivazione. Ma gli U.S.A. quando e come si sono realizzati? Eterogenesi indotta o, più semplicemente, percorso dell'umanità? America, meta dei pellegrini, Terra dei nativi e piaga del razzismo. Orizzonti sterminati, affari sporchi, nastri d'acciaio lucente, politica e personaggi sgangherati, istrionici. Ma anche personaggi illustri e carismatici, come l'illuminato Abraham Lincoln e le Signore Standford e Judah: ecco gli "elementi" di un'epoca ossessionata dalla scommessa contro il Tempo e la Natura. Il tutto si svolge sul palco di un teatro ad altissima tensione: la Guerra di Secessione. Nord e Sud si contendono il timone del comando mentre la Rivoluzione Industriale procede senza soste. Procede come un treno, un treno inarrestabile, lanciato verso il Novecento - il Secolo che verrà.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Ricordo molto bene che mio nonno materno era un grande appassionato di cowboy e diligenze, che mio padre ammira le manifestazioni aeronautiche che si svolgono a Kissimmee in Florida e che mia madre adora i brani dei Platters ed i film di Humphrey Bogart ed Ingrid Bergman. Mio fratello vi si reca spesso e volentieri per fare indigestione di carni bovine e musical "On Broadway". Cosa c'è di strano? Ben poco ma di curioso c'è un elemento, una costante: l'America ha una faccia diversa per ogni fascia d'età e sesso. Danilo Bruno non aveva la più pallida idea di chi fosse L L Cool J, Claudio nutre interesse pari a zero per i L.A. Lakers, Antonella non ha mai tentato un acquisto in Wampum e Luca sa che George Washington è "quell'omino" raffigurato sulla banconota da un dollaro, ottimo per le mance. Stati Uniti oggi, nel 2010, è sinonimo di America, ad esclusione di buona parte di quella che è veramente l'America. Evoca le immagini dello skyline di New York col suo Empire State Building ed il Ponte di Brooklyn, il verde prato prospicente la Casa Bianca, il Golden Gate Bridge di San Francisco, le Cascate Niagara al confine col Canada e la bandiera a stelle e strisce che vi sventola un pò ovunque. Tutte immagini che ci pervengono più che altro dallo schermo delle Tv o dai megascreen dei multisala. Ma per buona parte di noi mediterranei è anche sinonimo di grande cinema, epici fumetti e, perchè no, di soldati in mimetica equipaggiati meglio dei nostri. E' pure sinonimo di soap-opera, telefilm e cartoon (talvolta apprezzati anche da un pubblico adulto) che si sono perfettamente adattati alla nostra cultura al punto che addirittura il nostro linguaggio espressivo ne è uscito alterato. Ad un occhio prosaico Stati Uniti può significare anche Fast Food, musica Rap e Limousine chilometriche, 1

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Andrea Signini Contatta »

Composta da 80 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1040 click dal 19/09/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.