Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Accettazione di eredità

L’accettazione d’eredità è un tema abbastanza complesso che comprende l’accettazione pura e semplice, l’accettazione con beneficio d’inventario e le considerazioni comuni ai due tipi d’accettazione.
In questa sede parlerò di tali disposizioni generali, comuni ad entrambe le categorie d’accettazione dell’eredità, e più specificatamente dell’accettazione pura e semplice, approfondendo alcuni temi presi particolarmente in considerazione sia dalla dottrina, che dalla giurisprudenza.
Dopo aver trattato la natura giuridica dell’accettazione in generale, approfondirò il tema dell’accettazione espressa, dell’accettazione ope legis, e dell’accettazione tacita in particolare, ricordando che per quest’ultima, numerose sono le sentenze della Cassazione intervenute, per qualificare l’atto come accettazione tacita, e quelle che, invece, non ammettono tale qualificazione.
Altro tema, infine, particolarmente oggetto di pronunce giurisprudenziali, è la prescrizione, che verrà affrontata sia enunciando le sentenze più importanti, recenti e meno recenti, sia riportando le opinioni della dottrina prevalente, circa il tema della natura giuridica del termine, previsto dall’art. 480 c.c..
Si concluderà l’argomento, parlando della fissazione del termine per accettare ex art. 481 c.c..

Mostra/Nascondi contenuto.
Accettazione dell’eredità ________________________________________________________________ 5 INTRODUZIONE L’accettazione d’eredità è un tema abbastanza complesso che comprende l’accettazione pura e semplice, l’accettazione con beneficio d’inventario e le considerazioni comuni ai due tipi d’accettazione. In questa sede parlerò di tali disposizioni generali, comuni ad entrambe le categorie d’accettazione dell’eredità, e più specificatamente dell’accettazione pura e semplice, approfondendo alcuni temi presi particolarmente in considerazione sia dalla dottrina, che dalla giurisprudenza. Tralascerò, invece, l’argomento dell’accettazione con beneficio d’inventario, che meriterebbe, a parte, un discorso accurato ed approfondito. Innanzi tutto esaminerò il tema della natura giuridica. Nel corso della trattazione si vedrà come la dottrina dominante sia unanime nel ritenere, parlando della natura giuridica dell’accettazione espressa, che tale accettazione non sia un mero atto giuridico, ma un vero e proprio negozio giuridico: in particolare, un negozio giuridico unilaterale e non recettizio.

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Clementina Baroni Contatta »

Composta da 216 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5026 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 19 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.