Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Struttura e Performance Economico-Finanziaria del Settore del Trasporto Aereo Italiano

Il presente lavoro costituisce una approfondita analisi delle performance economico-finanziarie del settore del trasporto aereo italiano, più in particolare si è scelto come principale vettore, nonché player, l’Alitalia e come vettori secondari, comparable, sia aziende italiane come Air Italy, Blue Panorama e Wind Jet che aziende straniere come Ryanair ed Air France. Il periodo di riferimento comprende gli anni 2009-2008-2007, si è scelto questo periodo perché alla redazione del lavoro tutti i bilanci dei vettori per questi anni erano stati pubblicati dalle principali banche dati come AIDA.
Per raggiungere questo ambizioso obiettivo si è preferito dapprima analizzare gli effetti del processo deregolamentativo sul traffico e sulle tariffe. Sul versante del traffico si è analizzato come il processo ha avuto un effetto stimolante e positivo, infatti quest'ultimo ha favorito l'ingresso di nuove compagnie che hanno aumentato il numero dei voli offerti causando un aumento del numero dei passeggeri.
Il lavoro prosegue con un attento studio del marketing-mix del mondo del traffico aereo, in particolare si è evidenziato come le politiche di prodotto si differenzino in maniera sostanziale tra low cost e full cost.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 1. Processo di deregolamentazione 1.1 Nota introduttiva Il presente lavoro costituisce una approfondita analisi delle performance economico-finanziarie del settore del trasporto aereo italiano, più in particolare si è scelto come principale vettore, nonché player, l‟Alitalia e come vettori secondari, comparable, sia aziende italiane come Air Italy, Blue Panorama e Wind Jet che aziende straniere come Ryanair ed Air France. Il periodo di riferimento comprende gli anni 2009-2008-2007, si è scelto questo periodo perché alla redazione del lavoro tutti i bilanci dei vettori per questi anni erano stati pubblicati dalle principali banche dati come AIDA. Il seguente lavoro si compone di molteplici parti tra cui: le conseguenze della deregolamentazione sul mercato del trasporto aereo italiano, le principali politiche di marketing attuate dai vettori e l‟uso del Revenue Yield Management nel settore aereo. Uno degli obiettivi principali è stato quello di esaminare le condizioni di liquidità e solidità dei vettori tramite l‟uso dei sistemi integrati di indici per i margini di liquidità e i margini patrimoniali, nonché l‟analisi del valore aggiunto e della redditività netta tramite gli indici ROE e ROI. Un altro importante obiettivo è stato quello di indagare tramite l‟uso del “Triangolo du Point” la redditività dei vettori cercando di cogliere l‟efficacia, l‟efficienza e l‟economicità delle combinazioni produttive nel mondo del trasporto aereo. Più in particolare in questo parte si è scomposto il ROI nelle sue due principali determinanti: ROS e Turnover del Capitale Investito, successivamente si è scomposto il ROS in:  ricavi netti di vendita tramite cui è stato analizzato l'efficacia dei ricavi grazie a specifici indici come YIELD, YIELD Cargo e Load Factor;  reddito operativo tramite cui è stato analizzato:

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Economia

Autore: Francesco Malagnino Contatta »

Composta da 112 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1253 click dal 26/09/2011.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.