Skip to content

A Destra del M.S.I. Evoluzione armata del neofascismo dai F.A.R. ai N.A.R.

Informazioni tesi

  Autore: Gaetano De Lisa
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Libera Univ. Internaz. di Studi Soc. G.Carli-(LUISS) di Roma
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: scienze della comunicazione e delle relazioni istituzionali
  Relatore: Francesco Perfetti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 149

L'obiettivo principale dell'opera è l'analisi dettagliata della parabola dell'Idea fascista dalla caduta del regime mussoliniano agli "anni di piombo", attraverso le storie, gli aneddoti e le parole dei vari protagonisti che, nell'arco di un cinquantennio, hanno contribuito a mantenerla viva, seppur con rilevanti variazioni. Il testo, dunque, dapprima fa luce sulla nascita, alquanto tribolata, del Movimento Sociale Italiano, per poi dedicarsi completamente alla descrizione dell' "area magmatica" (per riprendere le parole di Pino Rauti) alla sua destra, rappresentata da numerosi movimenti cosiddetti extraparlamentari.
Il saggio sottolinea il legame indissolubile tra postfascismo e neofascismo, i quali vengono trattati come due elementi di uno stesso unicum, l'uno dipendente dall'altro, nella storia e nel significato. In aggiunta, l'intera opera offre continui spunti riguardanti l'evoluzione, sia ideologica che politica, alla quale la stessa Idea fascista è sottoposta, nel corso degli anni, da parte dei vari leader neofascisti che si susseguono. Ciascun movimento extraparlamentare dell'area viene messo a nudo, spogliato della sua aura mitologica, così da metterne in risalto, in maniera, almeno nei propositi, obiettiva e oggettiva, i caratteri principali che lo differenziano dagli altri: fondazione, attivismo, protagonisti ed identità politica. Dietro l'appellativo sbrigativo ed alquanto superficiale di «neofascisti», infatti, si celano numerose differenze, idee e principi che rendono tale universo "a destra della destra" molto più variegato di quello che si possa pensare. In ultima istanza, il lavoro mira a ricostruire quel naturale cordone ombelicale, troppo spesso ignorato o volutamente occultato, tra "cattivi maestri" e "discepoli cattivi", ovvero tra M.S.I. ed i militanti che andranno ad ingrossare le file dei movimenti neofascisti più radicali ed inclini all'eversione.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione < Non era possibile che di quelle punte così elevate di consenso che circondavano Mussolini ed il fascismo, non rimanesse più niente. Qualcuno doveva testimoniare > 1 : così Giano Accame, noto scrittore e giornalista, commentava, con rammarico, la situazione politica italiana, all’indomani della liberazione del territorio italiano dalle truppe nazifasciste, ai microfoni del giornalista Giovanni Minoli. La storia di una destra irriducibilmente fascista, per niente intenzionata ad abbandonare la propria weltanshauung, nasce proprio dalla fedeltà di alcuni gerarchi al Duce della Repubblica Sociale Italiana, insieme alla volontà delle generazioni forgiate dal credo fascista sin dall’infanzia, grazie al maestoso apparato socioculturale voluto dallo stesso Mussolini, per diffondere il suo “verbo”. Patria, onore e fedeltà: questi alcuni dei valori-cardine di una cultura fortemente invasiva, mirante a creare davvero “uomini nuovi”, accomunati dalla condivisione di ideali e dall’appartenenza alla stessa patria, innanzitutto. Per queste generazioni, non c’era disonore più grande che vedere le forze armate nazionali allo sbando o, ancora peggio, consegnate ai nemici, ed un Paese in ginocchio, lontanissimo da quell’ “ordine” che il regime fascista era stato capace di realizzare dal 1922 al luglio del 1943). Ma l’ “idea” sopravvisse al disgregarsi del regime che la propugnava. Così, i suoi simboli, i suoi eroi, non vennero spazzati via dagli uomini che crearono la Repubblica Italiana dalle ceneri della Seconda Guerra, incapaci di comprendere che non bastava dichiarare incostituzionale la ricostituzione del partito fascista, per prosciugarne la base ideologica e non permettere che, quest’ ultima, germogliasse nuovamente nelle generazioni successive, soprattutto nei cosiddetti figli dell’aquila 2 . 1 G. Accame, intervistato da G. Minoli in “ La destra dal fascismo ad oggi”, puntata della trasmissione La storia siamo noi 2 G. Pansa. “ I figli dell’aquila ”. Sperling & Kupfer 2002 4

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

strategia della tensione
anni di piombo
neofascismo
ordine nuovo
golpe
avanguardia nazionale
delle chiaie
rauti
destra radicale
terza posizione
destra estrema
n.a.r.

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi