Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Anima, Corpo e Sessuazione. Sissa, Foucault e Butler.

La mia ricerca pone l’attenzione su un'ideologia di tipo maschilista, nel tentativo di superarla col supporto di teorie e autrici femministe, della psicanalisi e dell’approccio fenomeno-logico contemporaneo, per riflettere su questioni fondamentali per il rispetto e la tutela della dignità umana. Il caso particolare è all’interno del binomio uomo–donna caratterizzato principalmente dalla distinzione fra genere e sessualità, dove si sviluppa il fenomeno dell’ermafrodito, individuo che ha in sé contemporaneamente caratterizzazioni genitali maschili e femminili in maniera più o meno equilibrata. È il corpo stesso che ci avvicina e non ci allontana dall’altro, che ci pone in stretto contatto con il resto del genere umano e con il mondo che ci circonda e che ci contiene. Non è facile superare i limiti culturali, imposti nei secoli da società tendenti a uniformarsi a canoni di normalità. È forse davvero la tendenza a un pensare comune, superiore all’inferiore che ha permesso lo sviluppo di guerre, genocidi e intolleranze.
La diversità, da sempre, invece di essere vista come apporto di ricchezza alla complessità delle idee per sviluppi di tesi universali, è considerata un limite. L’adeguamento al normale è un compromesso, è la soluzione alla paura del diverso.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Le società contemporanee, perlopiù occidentali, oltre a contenere gli avvicendamenti di regimi e democrazie con un interesse teleologico di stato liberale nel rispetto e tutela dei diritti di ognuno, tendono a con - siderare e riformulare l’idea, il concetto di uomo, la sua identità, la sua posizione, la sua relazione, il suo scopo nella storia dell’umanità. È l’uomo, il protagonista dei nostri tempi, l’artefice del nostro e pro - prio destino, il protagonista che ritorna al centro dell’universo, il mez - zo concreto per sviluppare le teorizzazioni per lo sviluppo della socie - tà. L’uomo è il soggetto e l’oggetto del nostro discutere. Va ben inteso che l’uomo soggetto-oggetto non è da intendersi nel senso comune e visivo di maschio, bensì nell’originario significato d’individuo, argo - mento del genere umano. La mia ricerca, infatti, pone l’attenzione su un’ancora presente ideo - logia di tipo maschilista, nel tentativo di superarla col supporto di teo - rie e autrici femministe, della psicanalisi e dell’approccio fenomenolo - gico contemporaneo, per riflettere su questioni fondamentali per il ri - spetto e la tutela della dignità umana. L’approccio iniziale è storico: difatti la teorizzazione dell’incarna - zione dell’anima ha precedenti eccellenti nella filosofia greca dove nei maggiori esponenti, Platone e Aristotele, troviamo la principale tratta - zione di anima e corpo della Grecia antica. Già in Platone troviamo la contemplazione di un concetto del terzo genere, antica e contempora - nea disfatta del binomio maschile-femminile, uomo-donna. Il caso particolare che interessa è specifico: all’interno del binomio 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Filosofia

Autore: Libero Francesco Bungaro Contatta »

Composta da 122 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2594 click dal 27/09/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.