Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Lo Stalking

Lo stalking anche in Italia è diventato reato.
La scelta del legislatore, dal punto di vista normativo, è stata quella di introdurre nel codice penale una nuova fattispecie incriminatrice. Tale condotta delittuosa è stata collocata nella sezione dei delitti contro la libertà morale.
Il termine anglosassone "stalking" è un vocabolo in uso nel gergo delle attività venatorie e letteralmente si traduce in "fare la posta".
Lo stalking non è un fenomeno unitario, ma può essere definito come un fenomeno sociologico per cui una persona compie nei confronti di un'altra, molestie assillanti, atti persecuotori variamente caratterizzati e normalmente diretti ad incidere negativamente sulla qualità della vita e a instaurare una sorta di sorveglianza, controllo o ingerenza da parte dello stalker sulla vittima.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Capitolo 1 Inquadramento legislativo 1. Premessa. Lo stalking anche in Italia è diventato reato. La scelta del legislatore, dal punto di vista normativo, è stata quella di introdurre nel codice penale una nuova fattispecie incriminatrice. Tale condotta delittuosa è stata collocata nella sezione dei delitti contro la libertà morale 1 . La scelta di riconoscere le condotte moleste come reato è un segno di civiltà giuridica e sociale. L‟escalation e/o l‟emersione delle violenze fisiche e psichiche esercitate nel tempo, ha evidenziato un malessere sociale di alcuni individui avverso altri. In una società dell‟essere e dell‟apparire, del sopraffare, del prevaricare sugli altri, come requisiti per essere considerati migliori e capaci, il rifiuto di una persona nei confronti di un‟altra non è tollerabile né accettabile, pertanto, con l‟utilizzo della forza, della coartazione, si “deve” riportare a sé l‟oggetto del desiderio. 1 Sez. III, Capo III, Titolo XII, Libro II c.p.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Laura Schermi Contatta »

Composta da 110 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 12284 click dal 30/09/2011.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.