Skip to content

I Fondi Sovrani

Informazioni tesi

  Autore: Rocco Auriemma
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli studi di Napoli "Parthenope"
  Facoltà: Economia
  Corso: Management e Controllo d'Azienda
  Relatore: Maria Grazia Starita
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 320

I Fondi Sovrani di Investimento, o Sovereign Wealth Funds (SWFs), non sono un fenomeno nuovo come potrebbe sembrare, considerato che già nel 1953 il Kuwait ne aveva uno, il KIB. Con un patrimonio stimato di circa 4.200 miliardi di dollari (aprile 2011) i SWFs sono oramai degli attori finanziari più grandi sia di hedge funds che dei fondi di private equity, ma quello che più preoccupa è che le loro dimensioni aumentano col crescere dei prezzi delle commodity e degli squilibri commerciali. I loro orizzonti di investimento di medio – lungo periodo, l’assenza di passività ed i continui finanziamenti che ricevono dai loro Stati grazie ai grossi surplus, li proteggono dalle eventuali perdite in conto capitale che pure hanno sopportato a causa delle svalutazioni dei loro assets, soprattutto bancari. Tutti questi fattori li rendono degli straordinari strumenti anticiclici e portatori di una finanza sana priva di leverage (o almeno esiguo) che investendo in attività reali può creare tutti i presupposti per la creazione di modelli di sviluppo sostenibili. Nel terzo capitolo cercheremo di isolare i SWFs dei paesi con popolazioni di fede prevalentemente islamica per capire se e come possono o potrebbero applicare i precetti religiosi alla propria attività. Quello della finanza islamica è un fenomeno destinato a divenire presto realtà.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
8 INTRODUZIONE L‟integrazione finanziaria internazionale rappresenta l‟ultimo stadio della globalizzazione dove, tramite l‟allocazione ottimale dei capitali, è possibile raggiungere un‟efficienza paretiana e condividere così i benefici della crescita economica attraverso la creazione di valore. Questo crea un mondo “monocentrico” in cui tutto e tutti sono interconnessi e dove, perciò, i singoli Stati sono costretti a limitare la propria sovranità e lasciare la guida ad organizzazioni sovranazionali che ne rappresentano i pesi e gli interessi. In condizioni di crescita questo tipo di economia permette un benessere globale, aperto a tutte le popolazioni del mondo, ma al primo shock finanziario, per quanto piccolo o locale, gli stessi canali tanto lodati fanno da trasmettitori portando ed amplificando tale malessere, come una metastasi. È un po‟ ciò che è avvenuto nell‟ultima crisi finanziaria (2007- 2009) che dapprima sembrava riguardasse solo gli USA, ed in particolare i nuovi mutui subprime, poi si è man mano allargata sia geograficamente che settorialmente, andando ad intaccare l‟economia reale dell‟altro emisfero. In tale circostanza le stesse istituzioni internazionali che prima erano state “potestate” hanno mostrato tutti i loro limiti nel porre in atto misure efficaci di rimedio. Si è assistito dunque ad un ritorno del decentramento, in cui gli Stati, e la politica, hanno riacquistato centralità nell‟economia e nei mercati dato che le esiziali condizioni di molti istituti bancari rischiavano di distruggere l‟intera infrastruttura economica dei paesi di residenza.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

protezionismo
islamic finance
adia
shari'ah
sukuk
asset alllocation
aum
cic
gapp
gpfg
ide (fdi)
swfs
fdi index

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi