Skip to content

La salute: uno stile di vita. Dalla medicina alla pedagogia per una visione sistemica

Informazioni tesi

  Autore: Laura Cea
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Bari
  Facoltà: Medicina e Chirurgia
  Corso: Medicina e Chirurgia
  Relatore: Marcello Nardini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 41

Un approfondimento del progetto pedagogico-educativo, "Progetto Piramide", di Laura Cea: L’approccio bio-psico-sociale di Engel, la visione dei fenomeni col «macroscopio» di De Rosnay, la scienza della complessità con la sua trama della vita: una via d’accesso al «luogo previo», un “luogo” che sta prima di ogni disciplina e posizione e in cui è possibile passare da una disciplina all’altra e da una posizione all’altra.
Da questa posizione è possibile analizzare e comprendere il «fenomeno alcolico» e i fenomeni di dipendenza e fragilità che caratterizzano grandi fasce giovanili della nostra società. Da questa posizione è possibile avere nozione del feed-back necessario ad assicurare l’efficacia dell’azione da parte delle agenzie di controllo del comportamento e delle varie componenti della società, nessuna esclusa. Salute, cultura ed educazione, infatti, sono aspetti interconnessi e interdipendenti dell’unico “luogo” in cui accade l’umanità, un luogo metafisico e virtuale, ma non per questo non anatomico: il «luogo previo». In esso avviene il “passaggio” dalla biologia delle sinapsi alla simbologia, il prodotto culturale che si realizza nella relazione. Questo trascendimento rende l’uomo libero, autonomo ma relazionale. In virtù di questo “luogo” e di questo “passaggio” l’uomo è un essere biologico, relazionale, sociale, etico, spirituale: una unità polidimensionale in cui non è possibile demarcare i confini senza creare situazioni ammalanti. Ciò che ha fatto la nostra cultura occidentale …
Ci sono discipline che aiutano l’uomo a realizzare questo “passaggio” e a vivere nel «luogo previo», apprendendone il linguaggio: il “Didà”, il nuovo balbettio dell’uomo globale. A tale scopo occorre allestire le “Tencrà”, un compito che spetta alla scienza, in primis alla scienza medica.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
PREFAZIONE Dalla pedagogia alla medicina Questa tesi è fondata più sull’esperienza che sulla conoscenza. Ma gli è che, in un certo qual modo, questa tesi parte dal presupposto che “vivere è conoscere” 1 e che, grazie alla rete di peptidi che collegano e integrano le attività mentali, emozionali e biologiche, “non posso più fare una netta distinzione fra il cervello e il corpo” e anche il “sentire nelle viscere” 2 merita la nostra attenzione; così come, d’altra parte, non c’è alcuna distinzione tra “dentro” e “fuori”, tra soggettivo e oggettivo: “il mondo che percepiamo all’esterno e il mondo che percepiamo all’interno convergono” 3 , dato che il mondo, secondo la teoria di Santiago, è generato dai nostri processi cognitivi e con le nostre “scelte” cambiamo e il “dentro” e il “fuori”. Dunque, “il processo della conoscenza è molto più vasto del concetto di pensiero. Ne fanno parte le percezioni, le emozioni e le azioni, cioè l’intero processo della vita” 4 . La conoscenza scientifica ci offre perciò soltanto «una finestra limitata sull’universo»” 5 mentre “la vita dice cose molto importanti sulla Natura” 6 . D’altra parte, “la mente umana pensa per mezzo di idee, non di informazioni. Come mostra Theodore Roszak in The Cult of Information , non è l’informazione a creare le idee, ma sono le idee a creare l’informazione. Le idee sono schemi integranti che non derivano dall’informazione ma dall’esperienza” 7 . Sono approdata alla laurea in medicina dopo un ventennale percorso di tipo pedagogico - educativo come animatrice. Questa scelta, che desta stupore in molti, deriva da una osservazione esperienziale del fenomeno giovanile così come si sta presentando: l’aumento degli atteggiamenti devianti come forma espressiva e scelta di vita. Un esempio per tutti: “L’uso di tabacco e marijuana tra gli adolescenti, e soprattutto nelle scuole, sembra essere epidemico e le conseguenze dannose dell’uso/abuso di tabacco, alcol e altre droghe sono divenute un problema socialmente rilevante” 8 . Di fronte a tali fenomeni, le agenzie di controllo del comportamento (la famiglia, la scuola, la Chiesa, le associazioni, ecc.), avvertono un grande senso di disorientamento, se non di impotenza. L’inutilità dei tradizionali percorsi educativi di animazione, ma soprattutto la consapevolezza di trovarsi di fronte ad una generazione che parla un’altra lingua con potenzialità a noi prima sconosciute (capacità di fare più cose contemporaneamente, visione spontanea dell’insieme con intuizioni immediate delle soluzioni, intelligenza che aumenta in modo esponenziale quando si è in relazione - i politologi parlano infatti di intelligenza connettiva - …), mi hanno spinta negli anni ad 1 Maturana e Varela (1987), p. 174 trad. it., p.148 in F. Capra La rete della vita , Bur, 2001, p. 295 nota 13. 2 Cfr. F. Capra, La rete della vita , Bur, 2008, Una rete psicosomatica pag. 310 e ss. e nota 42: Pert (1992), Pert (1995). 3 Prigogine (1989) in F. Capra op. cit. , Un nuovo dialogo con la Natura, pag. 214, nota 26. 4 F. Capra, op. cit. , Cognizione – Il processo della vita, p. 196. 5 Prigogine (1989) in F. Capra op. cit. , Non equilibrio e non-linearità , p. 204, nota 10. 6 cfr. Prigogine, citato in Paslack (1991) in F. Capra op. cit. , Comparsa del concetto di auto-organizzazione , p. 101, nota 22. 7 F. Capra, op. cit. , Impatto sulla società , nota 39, p. 85. 8 G. Ragni, A. Juraga, A. Lambiasi, Adolescentologia , in Manuel A. Castello, Manuale di pediatria , Piccin, Padova, 2007, p. 891. 4

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

economia
educazione
etica
adolescenza
complessità
umanesimo
creatività
alcolismo
cultura
salute
dualismo
dipendenze
globalità
unità
devianze
umanita
sistemi viventi
trascendimento
scienza della vita
artescienza
luogo previo
didà
tencrà
neuroscienza

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi