Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La sostituzione d'imposta con particolare riguardo alle controversie tra sostituto e sostituito

Il presente lavoro si pone come obiettivo l'analisi dell'istituto della sostituzione d'imposta, esaminando i tratti peculiari della figura del sostituto e del sostituito, degli obblighi che incombono sul sostituto d'imposta e delle controversie che interessano le due figure, alla luce dei risvolti giurisprudenziali e delle critiche della dottrina. La prima parte dell'elaborato, verterà sull'analisi della sostituzione tributaria. Verrà delineato il modo di operare dell'istituto e l'ambito di applicazione dello stesso, focalizzando l’attenzione sulla figura del sostituto d’imposta. Nella seconda parte del lavoro, si analizzeranno gli obblighi che la legge pone in capo al sostituto d'imposta, con particolare riferimento all'onere di predisporre la certificazione delle ritenute operate al sostituito, analizzando natura e funzione di quest'ultima. L'ultima parte della dissertazione porgerà lo sguardo alle controversie tra sostituto e sostituito, toccando in particolar modo il parere espresso dalla giurisprudenza di legittimità e dalla dottrina. Dopo aver rapidamente delineato i motivi principali che comportano il sorgere di una lite tra sostituto e sostituito, l'analisi sarà approfondita spostando l'indagine sulla questione della competenza giurisdizionale: spetta al giudice ordinario o a quello tributario dirimere la controversia?Sul punto si analizzeranno alcune delle ultime sentenze della Corte di Cassazione, che paradossalmente mostrano una diversità di veduta tra i componenti dello stesso Supremo Collegio laddove l'una individua la competenza nella giurisdizione ordinaria, e l'altra, nella giurisdizione tributaria. Alla luce di questi revirement interpretativi, si evidenzierà come la funzione nomofilattica della Cassazione venga compromessa proprio nel periodo in cui il legislatore maggiormente ne evidenzia l'importanza. Dato lo scalpore suscitato dalle decisioni antitetiche adottate dalle Sezioni Unite inerenti alla stessa questione, si cercherà di individuare un'ipotetica giustificazione alla querelle, discernendo anche qualche possibile soluzione prospettabile. Ed in ultimo, l'analisi sarà posta su un caso specifico e particolare, quello caratterizzato dal fatto che il lavoratore, nelle vesti di sostituito, contesti al suo datore di lavoro, nello status di sostituto d'imposta, il ritardato pagamento delle retribuzioni, lamentando che a causa di codesta tardività egli sia stato costretto a pagare una ritenuta d'imposta maggiore, individuando in tal caso, la soluzione che è stata prospettata dalla Corte di Cassazione.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Il presente lavoro si pone come obiettivo l'analisi dell'istituto della sostituzione d'imposta, esaminando i tratti peculiari della figura del sostituto e del sostituito, degli obblighi che incombono sul sostituto d'imposta e delle controversie che interessano le due figure, alla luce dei risvolti giurisprudenziali e delle critiche della dottrina. La prima parte dell'elaborato, verterà sull'analisi della sostituzione tributaria, andando innanzitutto ad inquadrare le ragioni che hanno spinto il legislatore ad introdurre tale istituto, che ha assunto sempre più importanza nel nostro ordinamento, ponendo particolare attenzione all'interesse che il Fisco mostra verso lo stesso. Infatti, si evidenzierà come grazie alla sostituzione d'imposta, il Fisco riesca a semplificare i rapporti con i contribuenti, a rafforzare la propria garanzia patrimoniale e a rendere più sicura e celere la riscossione del tributo. Verrà delineato il modo di operare dell'istituto e l'ambito di applicazione dello stesso, individuando le ipotesi tipiche previste dal nostro ordinamento giuridico. L'attenzione sarà poi focalizzata sulla figura del sostituto d'imposta, fornendo dapprima brevi cenni sull'origine dell'istituto fino a giungere alla sua evoluzione nel diritto tributario; in maniera specifica ci si soffermerà sui tratti salienti

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Economiche e Aziendali

Autore: Adelaide Parzanese Contatta »

Composta da 190 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2296 click dal 13/10/2011.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.