Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Stress interattivo nel bambino di quattro mesi di vita. Reattività vagale e regolazione socioemozionale nel corso del paradigma still-face

Paradigma still-face di Tronick e registrazione di parametri fisiologici.
Il presente contributo intende avanzare i risultati di una ricerca sulla risposta fisiologica di un campione di bambini di quattro mesi al paradigma osservazionale Still-Face di Tronick condotta presso l’IRCCS E.Medea – Associazione La Nostra Famiglia di Bosisio Parini (LC).
Per lo studio dell’attivazione fisiologica è stato monitorato il tono vagale cardiaco e il battito cardiaco, indici misurabili in modo non invasivo attraverso un registrazione elettrocardiografica.
I dati che verranno approfonditi, a cui mi è stato concesso di accedere per lo svolgimento del presente elaborato, sono stati tratti da uno studio più esteso in corso di svolgimento presso l’istituto sopracitato.
L’elaborato è stato strutturato in due parti: una prima parte di approfondimento teorico delle tematiche avanzate (primo e secondo capitolo) e una parte sperimentale in cui vengono presentati e discussi i risultati ottenuti (capitolo sperimentale).
Nel Primo Capitolo è stato approfondito il paradigma Still-Face, il contesto teoricoculturale in cui è nato, i principali risultati ottenuti dalla sua applicazione e i presupposti teorici su cui si fonda; sono state presentate le tre fasi in cui si struttura la procedura: play, still e reunion e gli effetti comunemente accettati in letteratura che il paradigma è in grado di elicitare nel comportamento socio-emotivo dell’infante (effetto Still-Face ed effetto reunion). Una parte è stata inoltre dedicata all’approfondimento del “Mutual Regolation Model” di Tronick, ovvero il modello teorico di sviluppo socioemozionale precoce proposto dall’autore per l’interpretazione dei risultati. Nell’ultima parte di tale capitolo è stata fatta una sintesi della letteratura che ha utilizzato il paradigma con riferimento particolare agli studi che hanno indagato lo sviluppo infantile anche dal punto di vista del funzionamento fisiologico.
Il Secondo Capitolo si focalizza sul parametro fisiologico considerato in modo primario nel presente elaborato: il tono vagale. Tale concetto riguarda la stimolazione mediata dal Sistema Nervoso Autonomo che, attraverso il nervo vago, raggiunge il nodo seno-atriale regolando in modo dinamico l’attività cardiaca, in risposta a situazioni di sfida ambientale.
Nel definire il tono vagale è stato all’inizio del capitolo esposto il funzionamento del Sistema Nervoso Autonomo, approfondendo l’anatomia e la funzione delle due porzioni di cui si compone: Sistema Nervoso Simpatico e Sistema Nervoso Parasimpatico.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Il presente contributo intende avanzare i risultati di una ricerca sulla risposta fisiologica di un campione di bambini di quattro mesi al paradigma osservazionale Still-Face di Tronick condotta presso l’IRCCS E.Medea – Associazione La Nostra Famiglia di Bosisio Parini (LC). Per lo studio dell’attivazione fisiologica è stato monitorato il tono vagale cardiaco e il battito cardiaco, indici misurabili in modo non invasivo attraverso un registrazione elettrocardiografica. I dati che verranno approfonditi, a cui mi è stato concesso di accedere per lo svolgimento del presente elaborato, sono stati tratti da uno studio piø esteso in corso di svolgimento presso l’istituto sopracitato. L’elaborato è stato strutturato in due parti: una prima parte di approfondimento teorico delle tematiche avanzate (primo e secondo capitolo) e una parte sperimentale in cui vengono presentati e discussi i risultati ottenuti (capitolo sperimentale). Nel Primo Capitolo è stato approfondito il paradigma Still-Face, il contesto teorico- culturale in cui è nato, i principali risultati ottenuti dalla sua applicazione e i presupposti teorici su cui si fonda; sono state presentate le tre fasi in cui si struttura la procedura: play, still e reunion e gli effetti comunemente accettati in letteratura che il paradigma è in grado di elicitare nel comportamento socio-emotivo dell’infante (effetto Still-Face ed effetto reunion). Una parte è stata inoltre dedicata all’approfondimento del “Mutual Regolation Model” di Tronick, ovvero il modello teorico di sviluppo socioemozionale precoce proposto dall’autore per l’interpretazione dei risultati. Nell’ultima parte di tale capitolo è stata fatta una sintesi della letteratura che ha utilizzato il paradigma con riferimento particolare agli studi che hanno indagato lo sviluppo infantile anche dal punto di vista del funzionamento fisiologico. Il Secondo Capitolo si focalizza sul parametro fisiologico considerato in modo primario nel presente elaborato: il tono vagale. Tale concetto riguarda la stimolazione mediata dal Sistema Nervoso Autonomo che, attraverso il nervo vago, raggiunge il nodo seno-atriale regolando in modo dinamico l’attività cardiaca, in risposta a situazioni di sfida ambientale. Nel definire il tono vagale è stato all’inizio del capitolo esposto il funzionamento del Sistema Nervoso Autonomo, approfondendo l’anatomia e la funzione delle due porzioni di cui si compone: Sistema Nervoso Simpatico e Sistema Nervoso Parasimpatico.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Psicologia

Autore: Lorenzo Giusti Contatta »

Composta da 90 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 649 click dal 14/10/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.