Skip to content

La leva ''esperienza'' come elemento di differenziazione dei prodotti turistici. Opportunità e criticità nel caso ''Puglia Imperiale''

Informazioni tesi

  Autore: Vito Di Gioia
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Roma Tor Vergata
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze del turismo
  Relatore: Mario Liguori
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 116

L’argomento di tesi è il risultato di un interesse maturato al termine di un anno di studio all’estero, a Saragozza, in Spagna.
Gli studi in turismo, non hanno mancato di sottolineare, molto spesso, in letteratura, la parola esperienza, utilizzata addirittura per definire il prodotto turistico in un accezione più ampia e nella prospettiva di un nuovo turista nell’epoca di un turismo globale.
Il desiderio di conoscenza, sempre più approfondita, dell’insieme di quelle attività volte ad impostare nel modo più proficuo il rapporto tra destinazione/impresa e mercato, ha portato ad approfondire gli studi in marketing.
La teoria del marketing trova le sue origini tra gli anni venti e gli anni trenta in America, ma i diversi orientamenti che si sono susseguiti, muovono da prospettive diverse.
L’orientamento al marketing è la filosofia aziendale più recente. Questa, muove dall’analisi dei bisogni e delle esigenze del cliente, prevede il coordinamento delle funzioni interne dell’azienda e ne determina i profitti attraverso il raggiungimento di ottimi livelli di customer satisfaction.
Ad oggi però, il turista, vive un’età adulta. Gli sviluppi sociali, culturali, i progressi scientifici e quelli tecnologici soprattutto, sono stati leve incredibili che hanno contribuito a determinare la sua evoluzione, tanto da essere denominato “nuovo turista”.
Si è assunta la consapevolezza che ciò che prima veniva denominato semplicemente target nell’accezione manageriale, ad oggi è da considerare persona prima di tutto.
E nel turismo, questo avanzamento concettuale è altrettanto vero se non indispensabile, dal momento in cui obiettivo primario di destinazioni e imprese è soddisfare un desiderio piuttosto che un bisogno o un’esigenza primaria.
Sembra, a questo punto, prender corpo la necessità di intendere il prodotto turistico non solo come output dei processi operativi di una destinazione e delle imprese che al suo interno operano, ma come input di quei processi cognitivi, emotivi e sensoriali, propri del carattere multidimensionale della persona.
Si realizza, in altri termini, uno spostamento di prospettiva, dal servizio pensato, progettato e creato per il turista basandosi sulle preferenze già note a destinazioni e imprese, ai piaceri ricercati dal turista ovvero al valore nel vissuto della persona.
In tal senso si parla dell’economia delle esperienze per rappresentare un nuovo stadio dell’evoluzione economica, che segue l’economia industriale e l’economia dei servizi, in cui le esperienze costituiscono una nuova forma di offerta alla quale si riconduce la maggior creazione di valore.
Con il fine di spiegare questa nuova forma di offerta che in letteratura non manca di essere costantemente sottolineata, questa tesi è stata strutturata in tre capitoli.
Il primo capitolo, inizia focalizzando l’analisi su tre particolarità che caratterizzano l’epoca del turismo globale: il nuovo turista, l’internazionalizzazione delle imprese turistiche, il ruolo delle nuove tecnologie.
Il capitolo prosegue trattando lo scenario internazionale del turismo con il fine di cogliere alcune particolarità che decretano il successo di una destinazione e termina con l’analisi della competitività, indagata sulla base del Travel & Tourism Competitiveness Report 2009.
Nel secondo capitolo, partendo dal presupposto che obiettivo primario di qualunque destinazione turistica è il raggiungimento di ottimi livelli di competitività, si sottolineano alcuni limiti dei classici paradigmi manageriali, dal momento in cui la rapida evoluzione delle principali determinanti della domanda si è spostata dalle componenti materiali a quelle immateriali dell’esperienza di viaggio.
Il marketing orientato all’esperienza indica un nuovo modo di rapportarsi al mercato che presuppone un contesto caratterizzato da una nuova domanda a cui si riconosce la centralità dei driver sia razionali che emozionali in fase d’acquisto e consumo, considera la situazione di consumo come esperienza olistica, richiede l’utilizzo di metodologie gestionali eclettiche per la valutazione delle strategie poste in essere.
Nella prospettiva dell’offerta di esperienze, considerata la facoltà di autodeterminazione dell’offerta da parte del turista, la gestione delle attività di coinvolgimento è la base, e la memorabilità dell’esperienza il riferimento fondamentale per apprezzare il valore d’offerta.
Il capitolo si conclude con una riflessione sul concetto di destinazione ovvero su ruolo e compiti di una Destination Management Organization (DMO).
Partendo da questa conclusione è introdotto il caso Puglia Imperiale, una DMO in fase di start-up, che tenta di utilizzare la leva esperienza come elemento di differenziazione dei prodotti turistici.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione L‟argomento di tesi è il risultato di un interesse maturato al termine di un anno di studio all‟estero, a Saragozza, in Spagna. Nella città spagnola, ho colto l‟opportunità di svolgere un periodo di stage proprio quando, Saragozza, è stata sede dell‟Esposizione Internazionale 2008 e i flussi turistici erano più consistenti della norma. In virtù dell‟incarico operativo assegnatomi, il contatto diretto con il turista mi ha permesso di maturare riflessioni. Il turista in vacanza a Saragozza, era da me gestito, in tutte le sue fasi, dall‟interazione informativa, all‟acquisto di un determinato servizio, al consumo in senso stretto, fino alle valutazioni e sensazioni successive. Parallelamente all‟esperienza di tirocinio svolta, gli studi in turismo, sia all‟estero che in Italia, non hanno mancato di sottolineare, molto spesso, in letteratura, la parola esperienza, utilizzata addirittura per definire il prodotto turistico in un accezione più ampia e nella prospettiva di un nuovo turista nell‟epoca di un turismo globale. Stimolato da motivazioni volte al desiderio di conoscenza, sempre più approfondita, dell‟insieme di quelle attività volte ad impostare nel modo più proficuo il rapporto tra destinazione/impresa e mercato, ho deciso di approfondire gli studi in marketing. La teoria del marketing trova le sue origini tra gli anni venti e gli anni trenta in America, ma i diversi orientamenti che si sono susseguiti, di pari passo con le evoluzioni sociali nonché economiche, muovono da prospettive diverse. L‟orientamento al marketing è la filosofia aziendale più recente. Questa, muove dall‟analisi dei bisogni e delle esigenze del cliente, prevede il coordinamento delle funzioni interne dell‟azienda e ne determina i profitti attraverso il raggiungimento di ottimi livelli di customer satisfaction. Ad oggi però, il turista, vive un‟età adulta. Gli sviluppi sociali, culturali, i progressi scientifici e quelli tecnologici soprattutto, sono stati leve incredibili che hanno contribuito a determinare la sua evoluzione, tanto da essere denominato “nuovo turista”.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi