Skip to content

L'affidamento condiviso dei figli nella famiglia in crisi

Informazioni tesi

  Autore: Martina Zonca
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Parma
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Relazioni internazionali ed europee
  Relatore: Cristina Coppola
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 185

Nella prima parte della trattazione si è cercato di descrivere i modelli di struttura familiare ravvisabili nel contesto sociale attuale. In seguito, ci si è concentrati sull’analisi dei profili normativi riguardanti la crisi della cellula primaria fondamentale facendo particolare riferimento alle carenze presentate dalla normativa italiana antecedente quella attuale, in tema di affidamento dei minori nelle situazioni di disgregazione della relazione di coppia fra i genitori. Ripercorrendo il sentiero legislativo che ha interessato l’elaborazione dei provvedimenti relativi al dissolvimento dell’unione familiare, si è sottolineata la volontà del nostro legislatore di abbandonare la rigidità dell’impianto disciplinare precedente a favore della costruzione di regole capaci di tutelare primariamente l’interesse del minore coinvolto nel procedimento dinnanzi all’autorità giudiziale e, al contempo, in grado di salvaguardare il rapporto genitoriale.
Nella parte centrale della ricerca si è proceduto all’analisi della nuova normativa riguardante l’affido dei minori nelle situazioni di disgregazione del rapporto di coppia. Dopo aver descritto i contenuti e aver rilevato i punti di debolezza della precedente disciplina, è stato proposto un esame il più possibile dettagliato del nuovo art. 155 c. c., facendo particolare riferimento alle novità introdotte da tale norma.
Nel terzo capitolo dell’elaborato è stata abbandonata la prospettiva localistica indirizzata alla rilevazione delle regole nazionali in tema di affido della prole nelle situazioni di crisi dell’aggregato primario, a favore della descrizione dei provvedimenti esistenti sul tema elaborati in ambito comunitario. Connettendo la tematica della protezione della cellula sociale fondamentale al campo della tutela dei diritti umani, è stata proposta una analisi indirizzata alla rilevazione della necessaria considerazione della famiglia come gruppo al cui interno ogni individuo sviluppa la sua personalità e quindi come luogo in cui i diritti inviolabili dell’uomo devono essere protetti. Seguendo questa linea interpretativa è stato presentato il documento che oggi rappresenta l’atto comunitario più importante in materia familiare elaborato in ambito Europeo. Concentrando l’attenzione sul Reg. CE n. 2201/2003, si è voluto sottolineare l’esistenza di un impianto disciplinare che, a livello comunitario, rappresenta il primo passo nella direzione di una armonizzazione della legislazione in una materia, come quella familiare, di difficile trattazione e ancora oggi soggetta al dominio esclusivo dei singoli Stati nazionali.
Al termine della ricerca conclusioni in lingua italiana e in lingua inglese. Ampia bibliografia.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 CAPITOLO I I RIFLESSI DELLA CRISI CONIUGALE NEL RAPPORTO FRA GENITORI E FIGLI. Premessa. Nel corso dell’analisi che verrà proposta all’interno del presente capitolo si cercherà di disegnare, concentrandosi sugli aspetti che maggiormente caratterizzano l’oggetto dell’indagine, i modelli di struttura familiare ravvisabili nel contesto sociale attuale. In particolar modo nella prime pagine, l’obiettivo sarà quello di tentare di rispondere al quesito riguardante l’esistenza o la mancanza di un unico modello di riferimento, al quale poter ricondurre le varie configurazioni relazionali facenti parte, per il fatto di possedere delle qualità comuni, all’insieme di quei rapporti definiti familiari. In seguito, si procederà alla descrizione delle relazioni che nascono all’interno del nucleo domestico, facendo particolare riferimento alla distinzione fra rapporto coniugale e rapporto genitoriale. Ci si concentrerà soprattutto, essendo la crisi della famiglia e i provvedimenti riguardanti la prole a seguito della sua disgregazione, gli oggetti principi della seguente ricerca, sui possibili effetti negativi che la traumatica cancellazione della quotidianità delle relazioni di coppia potrebbe provocare nei confronti dei figli minori. L’obiettivo sarà quello di sottolineare la dissolubilità del rapporto matrimoniale in contrapposizione alla indissolubilità del rapporto genitore- figlio, relazione diretta conseguenza, non della circostanza della nascita di quest’ultimo in costanza di matrimonio, ma della procreazione. Nella parte centrale del capitolo si procederà alla definizione di quello che ha rappresentato per il legislatore uno dei principii guida, cui ha fatto riferimento nell’elaborazione della legge di riforma riguardante i provvedimenti relativi alla prole nelle situazioni di disgregazione familiare: il diritto del minore alla bigenitorialità. In particolare, verranno citati i documenti di rilevanza internazionale ai quali il nostro ordinamento si è dovuto uniformare modificando i provvedimenti vigenti in funzione delle mutate esigenze sociali. Si tratterà poi del problema riguardante l’individuazione di una soluzione uniforme capace di dare una risposta concreta a quelle situazioni di disgregazione della cellula sociale famiglia, al cui interno i minori risultano gli individui sottoposti maggiormente ai danni conseguenti la fine della convivenza fra coniugi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

crisi familiare
affidamento condiviso
affidamento esclusivo
bigenitorialità
affido condiviso
monogenitorialità
l. n. 54/2006
reg. ce 1347/2000
reg. ce 2201/2003
la riforma dell'affidamento
potestà dei genitori sui figli minori
nazioni unite e diritto di famiglia
cedu e diritto di famiglia
carta di nizza e diritto di famiglia
diritto europeo delle relazioni familiari
conferenza di diritto int. priv. dell'aja
unione europea e diritto di famiglia
convenzione sui diritti dei minori 1989
convenzione di strasburgo 1996
tutela della prole nella crisi familiare
dissolubilità rapporto coniugale
indissolubilità rapporto genitoriale
riforma del diritto di famiglia 1975

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi